Bearzi


Correranno domani sfidandosi su uno dei percorsi più veloci che esistano.
La Maratonina udinese, che ha ospitato il mondiale di corsa su stradanel 2007, è un appuntamento a cui gli atleti migliori del mondo non vogliono mancare. E anche quest’anno l’organizzazione ha garantito la presenza di atleti davvero importanti, grazie anceh al supporto della Banca Popolare di Vicenza, da sempre al fianco della Mezza friulana.
Oggi pomeriggio verso le 19, nella cornice di piazza Libertà, Paolo Mutton, che domani farà una accesa cronaca gara, ha presentato i corridori che domani vestiranno il pettorale con il numero più basso: ovvero quelli che presumibilmente saranno alla testa della Corsa.
Partendo dalle ragazze c’è molta attesa per vedere cosa dimostrerà Isadora Castellani,pettorale numero 11, portacolori dell’AMU, il responsabile tecnico Renato Bonin ha già dichiarato alla vigilia di vedere scendere il suo primato personale.
Un’altra italiana, Fatna Maraoui, che correrà col numero 6, ha promesso di abbattere il suo personal best che attualmente è 1h10’08”.
Bruna Genovese, nome storico dell’atletica italiana, con il numero 4, ritorna alle gare dopo la maternità.
Domineranno la gara le africane a cominciare da Georgina Rono, keniota, che con il numero 3 scenderà quasi sicuramente sotto l’ora e dieci minuti.
Girma Tsegereda, pettorale numero 2, sarà invece l’atleta più pericolosa: l’etiope ha come personale 1h10’30”, ma ha enormi potenzialità visto che è classe 1995.

Michele Palamini, campione promesse di mezza maratona del 2011, mostrerà di che pasta è fatto e vestirà il pettorale numero 13.
A difendere i colori della nostra Regione invece ci sarà Stefano Scaini, con il numero 9. Nel 2012 ha messo a segno il suo primato personale nella Mezza con 1h04’04”.
Con il numero 5 una vecchia conoscenza: William Chebon Chebor, già primo a Udine nel 2010, secondo nel 2011 e corre in 60 minuti e 48 secondi.
Vestirà invece il numero 4 il giovanissimo keniota Eric Ndiema, classe ’92, che potrebbe essere la sorpresa della giornata.
Con il numero 3 invece un altro africano: Deriba Merga, l’etiope è già sceso 8 volte sotto il muro dei 60 minuti e ha vinto la Maratona di Boston nel 2009.
Il 14 ottobre 2007, al mondiale di Mezza Maratona a Udine, si guadagnò la medaglia di bronzo: Evans Kiprop Cheruiyot avrà il pettorale numero 2.

Grazie alla collaborazione con Confcommercio per la prima volta gli atleti rappresenteranno anche i borghi di Udine in un simbolico Palio che decreterà il Borgo vincitore. 14 atleti, 7 uomini e 7 donne, abbinati a coppie ad una zona del centro storico, domani si sfideranno. Ecco chi è stato estratto.
GRAZZANO – Agnes Tschurtschenthaler – Riccardo Sterni
SAN LAZZARO – Georgina Rono – Stefano Scaini
VILLALTA – Girma Tsegereda – Deriba Merga
BORGO AQUILEIA – Volha Dubovskaya – Jospeh Langat
PRACCHIUSO – Bruna Genovese – Evans Kiprop Cheruiyot
GEMONA – Isadora Castellani – Eric Ndiema
POSCOLLE – Fatna Maraoui – William Chebon Chebor

facebook

Lascia un commento

507