MIGRANTI:SERRACCHIANI,ECONOMIA EUROPEA SI REGGE SU LIBERA CIRCOLAZIONE

Trieste, 15 apr – “Bisogna imparare dall’esperienza fatta nel
passato per non ripetere gli stessi errori: un’Europa ancora più
divisa di fronte a flussi fuori controllo non sarebbe più al
sicuro, anche se qualcuno sembra coltivare questa illusione”. Lo
ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora
Serracchiani oggi a Trieste, a margine di un convegno.

Per Serracchiani “bisogna capire bene che di fronte alla
disperazione non c’è muro che possa reggere a lungo. E gli Stati
europei, che si reggono anche economicamente sulla libera
circolazione di persone e merci, non possono permettersi di
rialzare frontiere”.

“Non ci nascondiamo un forte rammarico per l’atteggiamento che
sta tenendo l’Austria, con cui siamo sicuramente pronti a
collaborare ma cui chiediamo altrettanta collaborazione, non
chiusura. Spero che il Governo austriaco si renda conto della
responsabilità che si assumerà, qualora decidesse di chiudere un
confine interno dell’Unione europea. E auspico dunque che accolga
con attenzione il migration compact inviato dall’Italia alla
Commissione e al Consiglio UE”.

“In Friuli Venezia Giulia lo stupore e la delusione per questi
annunci da Vienna sono maggiori che altrove – ha concluso
Serracchiani – in quanto nella nostra regione il flusso dei
migranti, per quanto contenuto, proviene proprio dall’Austria”.
ARC/com

Powered by WPeMatico

423