Udine

Morosini: Cosmi, “la vita si è accanita contro Piermario”


I calciatori del Lecce che hanno avuto modo di conoscere lo sfortunato Piermario Morosini si stringono nel dolore provocato dalla sua tragica scomparsa. Tra chi lo ha conosciuto ci sono Di Michele, Brivio e Obodo. Per Di Michele “é giusto che il calcio si fermi dinanzi ad una simile tragedia. Ho conosciuto Piermario nel 2005 a Udine – ha detto – apprezzando prima l’uomo e poi il calciatore. E’ dura trovare le parole in momenti come questo, sono addolorato per la sua scomparsa”. Davide Brivio ha fatto insieme a Morosini il settore giovanile dell’Atalanta. “Lo conoscevo bene. Prima l’Atalanta, poi due anni al Vicenza: era un bravissimo ragazzo e la notizia della sua morte mi ha lasciato veramente basito”. Obodo lo ricorda come “un ragazzo bravissimo, splendido: appena conosciuto mi aveva colpito per la sua trasparenza e solarità. Non sono frasi fatte, ma è quello che penso di Piermario, un ragazzo già provato duramente dalla vita”. Anche il tecnico del Lecce Serse Cosmi si dice “sconvolto” dalla notizia. “Pensavo che la vita avesse infierito in maniera sufficiente su Piermario, evidentemente c’é stato un accanimento. L’unica cosa positiva è che ora potrà ritornare dalla sua famiglia, che purtroppo aveva perso prestissimo”.

facebook
457