Movimento 5 stelle: il triestino Battista contro Grillo “Ma non me ne vado”

084337512-891d7506-e07a-4fae-ba04-a7417e261435 Il senatore del M5S Lorenzo Battista attacca Gianroberto Casaleggio e lo staff comunicazione del Senato indicandoli come autori del post sul blog di Beppe Grillo che lo accusa di essere autore del “fuoco amico” contro Grillo a seguito dell’incontro con Matteo Renzi. “L’avrà scritto qualcuno che forse a quell’ora doveva andarsene a dormire. Sarà stato qualcuno della Casaleggio Associati o del nostro ufficio della Comunicazione”, spiega Battista ai microfoni di “Un giorno da pecora”.

Ieri, Battista ha criticato il comportamento di Grillo alle consultazioni. “Grillo poteva essere più incisivo nel merito delle questioni, poteva dire le cose che non funzionavano, come i lavori parlamentari, per esempio”, spiega Battista. Aggressivo? “Forse perché non voleva andarci”. Lei voterà la fiducia a Renzi lunedì prossimo? “No, assolutamente no”, aggiunge. I conduttori tornano sulla questione di Casaleggio e dello staff Comunicazione: Perché qualcuno dei vostri dovrebbero attaccarla?, domandano. “Li paghiamo per questo”, aggiunge. Li pagate perché attacchino lei? “Bé mi sembra che questa non sia una novità, è già successo anche con Orellana, me lo sono chiesto anche io”. Se vi attaccano, non potreste licenziarli? “No”.

“Io non me ne vado, se ne dovrebbero andare tutti quelli che non accettano il confronto”. Lo afferma il senatore Lorenzo Battista intervenendo ad “Un Giorno da Pecora” su Radio Due. Battista è stato criticato per il giudizio negativo che ha espresso ieri in merito alle modalità con cui Beppe Grillo ha gestito l’incontro con Matteo Renzi. In particolare, Battista è stato accusato di fare “fuoco amico” in un post sul blog del leader del M5S.

559