Bearzi

Natale 2013 a Lignano Sabbiadoro. programma

IMG_1985

Un contenitore per tutti i gusti, a partire dalla proposte per i più piccoli che potranno divertirsi in piazza e alla Terrazza a Mare durante i numerosi laboratori che insegnano a creare decorazioni natalizie e biscotti, ma anche assistere a spettacoli teatrali e concerti. Imperdibile l’appuntamento con la Decima Edizione Presepe di Sabbia a cura della Pro Loco di Lignano Sabbiadoro la cui inaugurazione è fissata per sabato 07 dicembre. Il pomeriggio dell’ultimo giorno dell’anno sarà invece dedicato al “veglioncino” dei più piccoli, come vuole la tradizione mentre ritorna la notte di San Silvestro con musica, divertimento e l’attesissimo Spettacolo Pirotecnico. Giorno dopo giorno, uno e anche più appuntamenti per tutto il mese di dicembre per arrivare all’Epifania con la più suggestiva delle “foghere” e l’arrivo della Befana dal mare.
Prima di presentare i programma completo della manifestazione, di seguito la descrizione delle attrazioni più significative.

Il Presepe di Sabbia 2013
Quest’anno alla sua decima edizione, rappresenta ormai un appuntamento magico dell’inverno lignanese, una manifestazione capace di totalizzare cifre record di visitatori, provenienti da varie parti d’Italia e dalle vicine Austria e Slovenia. Organizzato per la seconda volta dalla Pro Loco di Lignano Sabbiadoro, prendendo il testimone dall’associazione Lignano in fiore Onlus, il Presepe di Sabbia si ripresenta anche quest’anno sul piazzale antistante alla Terrazza a Mare chiamato per l’occasione “Piazza Natale”, in un luogo suggestivo che mischia la spiritualità del Santo Natale con la bellezza e l’immensità del nostro mare, che in questa stagione sa regalare un fascino del tutto particolare.
La sua storia – Il presepe di sabbia giunge alla sua decima edizione con l’ambizioso obiettivo di superare il suo record di visitatori. Nell’edizione 2012 la manifestazione ha raggiunto le 40 mila unità, riscontrando consensi più che favorevoli visto la grande valenza artistica e spirituale delle opere esposte. Nel corso degli anni il presepe ha saputo indagare i tanti aspetti concettuali e le tematiche religiose e legate alla terra del presepe, spaziando da simbologie e opere che si rifanno al più classico presepe napoletano, fino ad ambientazioni riconducibili agli elementi, ai valori e alle credenze del nostro tempo.
L’accademia della sabbia – Il Presepe di Sabbia 2013 vede anche quest’anno consolidarsi lo stretto rapporto con i professionisti dell’Accademia della Sabbia, capitanati dal suo presidente, l’artista Antonio Molin, a dirigere la squadra di artisti provenienti da tutta Italia. Una realtà che da anni collabora con Lignano nella realizzazione del presepe, creato come sempre senza l’uso di alcuna colla o altro materiale chimico; solo acqua, sabbia e l’abile lavoro di questi artisti, il cui unico segreto per la realizzazione dell’opera e per la sua stabilità, sta nel comprimere per giorni e giorni la sabbia con pazienza certosina, donandole forme espressive degne dei più grandi scultori. Oltre a realizzare l’opera di Lignano Sabbiadoro, l’accademia della Sabbia realizzerà una Natività che sarà esposta a Villa Manin nella mostra “Presepi in Villa”.

L’edizione 2013
Tema: è il tema del “perdono”, con la speculare drammatica realtà dell’egoismo che attraversa la storia degli uomini, la chiave di lettura del Presepe di Sabbia 2013, che si carica di riferimenti più o meno espliciti alla crisi economica di questi anni e alle inquietudini sociali che riempiono le cronache di questi giorni. A questo significato originario, ma con duttilità e coloriture del tutto particolari, dovute ai cangianti riflessi della sabbia dorata di Lignano, si rifà anche il presepe di sabbia che re-inventa ancora una volta, in forme plastiche che sfidano le leggi della gravità e della statica, la scena della Natività, collocata in modo insolito al termine di un percorso del tutto laico e “profano” con forti connotazioni teatrali come nei misteri medievali, perché mette in scena con quadri fortemente drammatici la rappresentazione del male del mondo nella forma dei sette vizi capitali che configurano il labirinto esistenziale nel quale spesso il genere umano si smarrisce, avendo perduto riferimenti e valori.
I sette peccati capitali allegoria del male del mondo: Il percorso si snoda come il nastro di un film proiettato su complicati e affascinanti fondali di case, tetti, balconi fioriti, camini, palazzi, castelli, torri, chiese che mescolano tempi diversi della storia degli uomini, ricostruiti con ricchezza fantastica di dettagli nei quali lo sguardo si perde. Passo dopo passo si dipana lo straniante “racconto per immagini” di una quotidiana “divina commedia” dei sette peccati capitali che emergono dalla sabbia scolpiti con linguaggi creativi che svariano dall’iper-realismo, al grottesco, ad un visionario che sembra alludere al celebre quadro di Bosch, soprattutto nella bellissima scena del peccato di gola che contrappone al “pieno” del tavolo debordante di cibo e dell’ingorda fisicità del commensale, la muta richiesta di tre piccole figure impietrite dalla fame, ai piedi del tavolo. Grande forza evocativa esprime la scena dell’avarizia: nelle occhiaie profonde scavate nel volto – più simile ad un teschio – dell’uomo che sembra afferrarsi al denaro per stare in piedi, è già presente la morte, in quanto la sete incontrollata di possesso che è insita nel denaro rappresenta una sorta di “metastasi” che divora e “possiede” a sua volta l’uomo. Non a caso, accanto all’avarizia si svolge senza soluzione di continuità la rappresentazione della lussuria dai toni fortemente caricaturali, quasi a segnare nell’ipertrofia degli “attribuiti” del femminile quella riduzione della donna a oggetto di potere e di denaro fino a negarle la più vera e intima qualità di persona. Algido, quasi unidimensionale e piatto con le finestre chiuse e il televisore acceso, è il salotto senza colore e senza vita nel quale trascorre i propri giorni inutili e vuoti un uomo quasi intorpidito da quella sorta di “infelicità senza desideri” che un tempo veniva chiamata accidia. In un interno stupendamente disegnato si specchia, invece, il giovane volto di una ragazza dai bellissimi e lunghi capelli mentre dall’alto di un balcone la spia il volto arcigno e inquietante di una vecchia, che incarna il vizio forse più antico e cattivo dell’uomo: l’invidia. Molto movimentata e drammatica è la scena dell’ira, quasi un groviglio di personaggi dai gesti scomposti e violenti che aggrediscono (o vengono aggrediti) da un uomo con occhiali e modi da “Rambo”; tutti in preda forse dell’alcol, come lasciano intuire le botti e le casse di bottiglie che affollano la scena. Dall’alto di una torre si erge tronfio a petto in fuori e pugni sui fianchi – personificazione della superbia – un uomo che ostenta orgogliosamente al nulla e al vuoto la propria solitudine.

La Natività: lo sforzo di “rinascita” necessario per compiere il passaggio dal male che attraversa la quotidianità, alla speranza simboleggiata dal bambino, passa attraverso la richiesta e l’attesa collettiva di “perdono” che, con un’ardita e inedita invenzione scenografica, il maestro Antonio Molin ha inteso esprimere collocando la Natività tra le grandi e avvolgenti ali di un angelo che accogliendo Giuseppe, la Madonna e il Bambino, in realtà accoglie quell’umanità che il presepe di sabbia ha cristallizzato nei gesti del peccato e che viene rigenerata nella speranza dalla nascita di Gesù. Un’ultima e intelligente provocazione viene dal ribaltamento di ruoli della Natività, nella quale è Giuseppe a mostrare con orgoglio il Bambino che tiene tra le braccia, e non più la Madonna che lo sfiora con la mano e con gli occhi con infinita tenerezza, mentre sulle ginocchia ha un libro aperto, quasi a significare la necessità per l’uomo e per la donna di recuperare la “metà del cielo” di cui l’altro è stato storicamente depositario, per una malintesa – e alla fine punitiva e crudelmente amputante – divisione dei ruoli: la sfera dell’affettività e dell’emozionalità per il maschile e della razionalità per il femminile.

L’albero di Yule: sullo sfondo del tendone, campeggia come ogni anno l’oramai consueto Albero di Yule, su i cui rami fioriscono colorati migliaia di biglietti contenenti auguri, preghiere, richieste e speranze dei visitatori del presepe, che nel 2012 sono stati più di 50 mila . E non si tratta di citazione “pagana”, perché da sempre la grotta presepiale viene anche collocata ai piedi dell’albero di Natale. Inconsciamente, messi una accanto all’altro, essi ripropongono la complementarietà e la sinergia dell’albero e della grotta come simboli universali, quasi archetipici, rafforzando la connessione con l’axis mundi, l’asse del mondo, che lega cielo e terra, alto (albero) e basso (grotta, che essendo scavata nelle viscere della terra, rappresenta in un certo qual senso il centro e il cuore del mondo). La simbologia del presepe, unita al simbolo dell’albero, ripete il mistero inconoscibile dell’infinito che entra e permea il finito dell’uomo, della natura e del mondo.
I numeri della realizzazione: Il Presepe di sabbia 2013 è realizzato all’interno del capannone coperto sito a fianco alla Terrazza a Mare di Lignano Sabbiadoro, in una cornice e contesto unici nel suo genere. Su una superficie di oltre 400 metri quadrati sono stati modellati circa 300 metri cubi di sabbia, il tutto senza usare nessun componente o collante chimico; la sabbia sarà infatti restituita alla spiaggia a manifestazione conclusa. I 7 artisti dell’Accademia della Sabbia provenienti da tutta Italia hanno operato nella realizzazione delle opere per un arco di tempo di 6 settimane di lavoro, per 8 ore al giorno.

Contatti, orari e informazioni: il Presepe di Sabbia verrà inaugurato sabato 07 dicembre alle 16.30. Le opere e gli allestimenti saranno fruibili al pubblico con il seguente orario:
nei giorni di sabato e domenica 07/08/14/15 dicembre e tutti i giorni dal 22 dicembre 2013 al 06 gennaio 2014 dalle ore 10.00 alle 18.00. I giorni feriali dal 9 al 21 dicembre il Presepe sarà visitabile dalle 15.00 alle 18.00. I giorni di Natale e Capodanno dalle 15.00 alle 18.00.
Anche quest’anno la Pro Loco di Lignano Sabbiadoro chiederà un contributo all’ingresso di 2 Euro per gli adulti e di 1 Euro per i ragazzi. Una cifra simbolica che tuttavia è da ritenersi fondamentale per il sostentamento stesso della manifestazione e per continuare a sostenere importanti progetti. Le offerte raccolte dal Presepe di Sabbia 2013 aiuteranno la comunità salesiana La Viarte Onlus di Santa Maria la Longa, che accoglie e opera per il reinserimento sociale di ragazzi in situazione di disagio socio-educativo. Per ulteriori informazioni chiamare al 3356679237 o visitare i siti www.prolocolignano.it e www.presepelignano.it .

Pista di Pattinaggio
Al terzo anno di presenza consecutivo, la Pista di Pattinaggio su ghiaccio ecologico a Lignano Sabbiadoro rappresenta senza dubbio una delle attività più apprezzate e frequentate. Dopo il successo avuto nel 2011, lo scorso anno la Pro Loco di Lignano Sabbiadoro ha deciso di realizzare il suo primo grande investimento e quindi di acquistarla definitivamente. Un investimento importante e oneroso, sopportato con l’auspicio però di poter recuperare la spesa nei prossimi tre anni, pensando già a come gestire nella maniera migliore i risparmi, da sempre utilizzati per implementare le attività natalizie, con l’acquisto di nuove attrezzature, il miglioramento degli allestimenti, l’ingrandimento del Presepe di Sabbia e l’organizzazione di eventi culturali in città.
La Pista di pattinaggio sarà aperta nei giorni di sabato e domenica 07/08/14/15 dicembre dalle ore 10.00 alle 20.00. Infrasettimanalmente da lunedì 9 a venerdì 13 e da lunedì 16 a venerdì 20 dalle 15:00 alle 19.00. Tutti i giorni dal 22 dicembre 2013 al 06 gennaio 2014 con il seguente orario: dalle 10.00 alle 20.00 della sera. I giorni di Natale e Capodanno dalle 15.00 alle 20.00.
Mercatino di Natale
Dopo gli apprezzamenti dei visitatori e l’aumento della richiesta degli espositori di più dell’80%, la Pro Loco di Lignano Sabbiadoro riproporrà a grande richiesta il Mercatino di Natale. Rispetto allo scorso anno, grande novità è rappresentata dalla “zona food”, gestita da diverse attività del territorio che somministreranno una grande varietà di prodotti tipici a tutti i visitatori di Piazza Natale. Il mercatino sarà aperto nei giorni di sabato e domenica 07/08/14/15 dicembre dalle 10:00 alle 18:00 e tutti i giorni dal 22 dicembre 2013 al 06 gennaio 2014 dalle 10.00 alle 18.00.
Capodanno dei bambini
Il capodanno dei bambini rappresenta un’idea cresciuta negli ultimi anni che si lega alla più che ventennale esperienza che l’associazione Lignano in Fiore rivolge ai più piccini e alla forte immagine di Lignano come “Città dei bambini”. Questa è un’iniziativa che Lignano condivide solo con la città di Rimini, fatto questo che offre alla manifestazione grandissime potenzialità di radicamento e sviluppo. Anche quest’anno verrà riproposto il modello già positivamente sperimentato nelle passate edizioni: giochi, laboratori e workshop, musica e baby dance allieteranno queste belle giornate di festa.
La Foghera
E come ogni anno nel periodo delle festività natalizie, non poteva mancare il tradizionale appuntamento con la Foghera, il “pignarul epifanico”. Realizzato in collaborazione con le locali Associazione Alpini e Associazione Pescatori, nel pomeriggio di domenica 5 gennaio, nella suggestiva location della spiaggia antistante alla Terrazza a Mare, si celebrerà questo antico rito con l’arrivo della befana dal mare prima dell’accensione del “Pignarul”. A fare da corollario alla festa, ci saranno ovviamente i punti ristoro forniti di vin brulè, cioccolata calda e dolci tradizionali. L’intrattenimento musicale completerà questo appuntamento che segna la fine delle festività natalizie e il buon auspicio per l’anno nuovo.

Domenica 1 dicembre
Sala Darsena
ore 11.00
Lignano d’Inverno:
concerto aperitivo
“Verdi e Wagner al piano”
Matteo Andri, pianoforte, musiche di Liszt
a cura dell’Associazione Insieme per la Musica

Giovedì 5 dicembre
Biblioteca-Centro Civico
ore 16.00
“Luci e profumi del Natale”
letture animate e laboratorio artistico-creativo
Associazione Maga Camaja di Cadoneghe (PD)

Sabato 7 dicembre
Piazzale Terrazza a Mare
ore 16.30
Inaugurazione della manifestazione
“Natale d’a…ma re, X edizione del Presepe di Sabbia”
con l’esibizione del Circolo Musicale
“L. Garzoni” di Lignano Sabbiadoro

Duomo San Giovanni Bosco
ore 20.45
Concerto della
Powerful Gospel Chorale
con Mauro Costantini – organo, Rudy Fantin – piano,
Vladimir Boscolo – batteria
direttore m° Alessandro Pozzetto
con la collaborazione della Pro Loco Lignano

Domenica 8 dicembre
Terrazza a Mare
sale interne
ore 14.30
“La Natura in Favole”
Letture animate e laboratorio creativo
a cura del Parco Zoo Punta Verde
e del Comitato Genitori Lignano

Giovedì 12 dicembre
Biblioteca-Centro Civico
ore 16.30
“Natale fra le Pagine”
Letture per bambini
con la collaborazione degli insegnanti
della Scuola Primaria di Lignano

Sabato 14 dicembre
Piazzale Terrazza a Mare
ore 17.00
Concerto dei gruppi musical i lignanesi
a cura di Suonidoro

Domenica 15 dicembre
Piazzale Terrazza a Mare
dalle ore 10.00
Mostra per il 40°
Anniversario
del Circolo Musicale “L. Garzoni”

Sala Darsena
ore 11.00
Lignano d’Inverno:
concerto aperitivo
“Peter & Subst itutes”
Maximiliano Ravanello – trombone,
Stefano Salmaso – sax, Flavio Passon
– pianoforte, Roberto Amadeo – contrabbasso, Pietro Sponton – batteria
a cura dell’Associazione Insieme per la musica

Piazzale Terrazza a Mare
ore 14.30
Laboratorio di avvicinamento alla musica
a cura del Circolo Musicale “L. Garzoni”

Terrazza a Mare
sale interne
ore 14.30
Prepariamo le decorazioni di Natale
insieme a mamma e papà
a cura del Comitato Genitori Lignano

Piazzale Terrazza a Mare
ore 16.00
Cerimonia ed esibizione
del Circolo Musicale “L. Garzoni” per il 40°
anniversario con la partecipazione
della Baby Orchestra di Lignano

Ge.tur. – Palazzetto dello sport
ore 17.30
C’era una volta … nel bosco
Spettacolo teatrale per bambini
a cura del gruppo “I genitori coraggiosi 2”

Lunedì 16 dicembre
Biblioteca-Centro Civico
ore 16.30
Spettacolo teatrale
“La chiamarono Maria”
Compagnia La Piccionaia di Vicenza

Martedì 17 dicembre
Biblioteca-Centro Civico
Spettacolo teatrale
“Le 12 notti della Befana”
Compagnia Habanera di Pisa
Spettacolo con attori e pupazzi
riservato ai bambini delle
scuole dell’infanzia di Lignano

Mercoledì 18 dicembre
Sala Darsena
ore 18.00
Saggio di Natale degli allievi della
Scuola di Musica dell’Associazione Culturale Insieme
per la Musica

Giovedì 19 dicembre
Duomo San Giovanni Bosco
ore 20.45
“Concerto di Natale”
Coro “Santa Margherita” di Villanova di Fossalta
e gli “Archi del Veneto e del Friuli”
direttore Maestro Michele Bravin
musiche di Palestrina, Bach, Vivaldi, Marcello
con la collaborazione dell’Associazione
Insieme per la Musica

Sabato 21 dicembre
Piazzale Terrazza a Mare
ore 17.00
Concerto dei gruppi
musicali lignanesi
a cura di Suonidoro

Terrazza a Mare
ore 17.30
“C’era una volta … nel bosco”
Spettacolo teatrale per bambini
a cura del gruppo
“I genitori coraggiosi 2”

Domenica 22 dicembre
Terrazza a Mare
sale interne
ore 14.30
“È l’ora dei Biscotti”
Laboratorio per bambini a cura di Lignano in Fiore Onlus
in collaborazione con il Comitato Genitori Lignano

Martedì 24 dicembre
Zona Chiaruttini
dalle ore 15.00
“In attesa del Natale…festa per i bambini”
e a seguire per i grandi
Duomo San Giovanni Bosco
ore 18.30
Messa di Natale per i bambini di Lignano

Piazza San Giovanni Bosco
ore 19.30
“Arrivo di Babbo Natale”

Duomo San Giovanni Bosco
ore 24.00
Messa di Mezzanotte
al termine… caldi auguri a cura
del Gruppo Alpini

Venerdì 27 dicembre
Terrazza a Mare
sala principale
ore 15.30
Tombola per tutti
a cura di Lignano in Fiore Onlus

Sabato 28 dicembre
Piazzale Terrazza a Mare
ore 17.00
Concerto dei gruppi
musicali lignanesi
a cura di Suonidoro

Martedì 31 dicembre
Terrazza a Mare
sale interne
e palco festeggiamenti
ore 14.00-18.00
“Gran Capodanno dei Bambini”
Festa, spettacoli, animazione
direttamente da RAI YOYO
musica e giochi con Oreste Castagna
a cura di Lignano in Fiore Onlus

Piazza Fontana
dalle ore 22.00
FESTA DI CAPODANNO
Intrattenimento, animazione e band
musica anni ‘70/’80 in attesa
dell’anno nuovo

ore 00.30
SPETTACOLO PIRO TECNICO SUL MARE

Mercoledì 1 gennaio
Piazza Fontana
ore 15.00
Concerto del
gruppo corale Sand of Gospel

Sabato 4 gennaio
Piazzale Terrazza a Mare
ore 17.00
Concerto dei gruppi
musical i lignanesi
a cura di Suonidoro

Domenica 5 gennaio
Piazzale Terrazza a Mare
ore 15.00
Laboratorio/concorso
artistico stravagante
“A…Mare la Befana”

ore 16.30
Esibizione del Circolo Musicale
“L. Garzoni” di Lignano
Il Gruppo Alpini offre a tutti il dolce
tradizionale dell’Epifania

ore 17.30
Arrivo della
“Befana dal Mare”

ore 18.00
Accensione
del “Pignarul”

Lunedì 6 gennaio
Piazzale Terrazza a Mare
ore 16.00
Arrivo dei Re Magi

facebook
650