Telegram

Nuove idee nascono tra chimica e biologia al Malignani di Udine

PAOLO G. DE MAIO © 2011 ALL RIGHTS RESERVED
Presentazione Progetti Vincitori al Concorso “FAST: I GIOVANI E LE SCIENZE 2014
Introdotta da quattro anni, la sezione di Chimica, Materiali e Biotecnologie fin da subito si è orientata verso un percorso il più possibile professionalizzante, coinvolgendo le aziende nei lavori di studio e sperimentazione. Tra queste, alcune hanno contribuito a mettere a punto dei progetti che, nati in seno al Malignani, hanno vinto il concorso nazionale FAST: I GIOVANI E LE SCIENZE 2013 e 2014 consentendo all’Istituto e ai suoi giovani studenti di rappresentare l’Italia all’European Union Contest for Young Scientists, un’iniziativa voluta da Commissione, Consiglio e Parlamento europei e riservata agli studenti che frequentano le scuole secondarie di 2° grado o il 1° anno di universita?.
Da qui i progetti partono per il mondo, come e? successo a SPUNTINO’, una pillola che combatte la fame nervosa, ideata nel 2013 dagli allievi Alessandra Motisi, Alessio Mazzetto, Alberto Agnoletti e sponsorizzata da Biofarma, gia? presentata a TISF, la fiera scientifica internazionale di Taiwan e a ISEF, la fiera internazionale della Scienza e dell’Ingegneria di Los Angeles.
Nel 2014 doppio successo con DISERBANTI E METABOLITI SECONDARI: UN NUOVO PROTOCOLLO PER LA LORO IDENTIFICAZIONE ED ELIMINAZIONE DAL SUOLO E FREEZER KEEPER, ambedue risultati vincitori al Concorso “FAST: I GIOVANI E LE SCIENZE 2014.
DISERBANTI E METABOLITI SECONDARI: UN NUOVO PROTOCOLLO PER LA LORO IDENTIFICAZIONE ED ELIMINAZIONE DAL SUOLO e? stato realizzato in collaborazione con A.R.P.A., l’ Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale. Il gruppo di studenti formato da Maddalena Bucchi, Federico Butto? e Maria Veronica Di Lenardo ha elaborato uno studio sui metaboliti dei diserbanti – composti chimici che mostrano ancora una elevata tossicita? – e una metodica per il biorisanamento dei terreni. Il progetto ha destato l’attenzione della Gesteco, gruppo Luci.
FREEZER KEEPER, supportato da AMB Packaging, e? un crioindicatore. Cosa vuol dire e perche? ha destato l’interesse di un’azienda che produce materiali imballaggi alimentari? Presto detto: e? un dispositivo messo a punto dagli studenti Emanuele Fornasier, Giulia Pelos, Mattia Gamboso che si mette sul codice a barre dei surgelati e, nel caso la catena del freddo venga interrotta, copre il codice a barre rendendo invendibile il prodotto.
Sabato 28 febbraio gli studenti presenteranno i loro progetti nell’aula magna del Malignani alla presenza di alcuni dei membri del Comitato Tecnico Scientifico della sezione Chimica, Materiali e Biotecnologie dell’Istituto, di cui fanno parte personalita? di spicco dell’industria e delle istituzioni preposte a questo settore. Presidente e? Germano Scarpa, titolare di Biofarma, affiancato da Tiziano Scubla di Difarma, Marco Bruseschi di I.F.A.P., Stefano Pison dell’A.R.P.A., Giuseppe Moras presidente dell’ordine dei chimici delle province di Udine, Pordenone e Gorizia, Enrico Quendolo amministratore delegato di Vetroresina, Cristina Luci della Gesteco (Gruppo Luci), Renata Polano Marin della AMB Packaging.

Nuove idee nascono tra chimica e biologia all’I.S.I.S. Arturo Malignani di Udine
sabato 28 febbraio
dalle ore 08:57 alle ore 10:55
aula magna

facebook
1.102