Bearzi

Omicidio Pordenone: le vittime conoscevano l’assassino?

teresa trifoneE’ il settimanale “Giallo” a lanciare lo scoop che al momento non trova conferme nelle voci che escono dalla procura: una telefonata ricevuta da Trifone Ragone che lo avrebbe messo in forte agitazione. Indiscrezione che se trovasse conferma nei fatti sarebbe una svolta decisa nelle indagini visto che il tabulato telefonico potrebbe portare all’identificazione di una figura che potrebbe addirittura essere considerato una persona sospetta. Staremo a vedere

Intanto si scava sulla giornata del delitto in particolare sulle due ore circa in cui Teresa si è allontanata dal lavoro per un altro impegno che al momento è ancora sconosciuto.

Il Messaggero Veneto intanto riporta quello che sembra ben più di una indiscrezione: la posizione dei corpi e dei fori provocati dai colpi di pistola suggeriscono che Ragone non ha tentato alcuna reazione all’arrivo di quello che sarà il suo carnefice. L’angolazione della pallottola infatti indica che Ragone era di profilo al momento dello sparo come se non avesse alcun timore della persona che gli era accanto nel momento in cui stava chiudendo la portiera della sua auto. Un disturbatore che lo aveva intercettato all’ultimo momento o una persona conosciuta con la quale condividere un discorso senza chiudere la porta? Dopo aver colpito Ragone l’omicida ha subito rivolto le sue attenzioni su Teresa colpendola immediatamente mentre si stava girando per aver sentito il colpo: si tratta quindi di pochissimi istanti in cui l’assassino ha prima ucciso Ragone e poi sparato immediatamente a Teresa colpendola con due colpi su tre. Una notevole perizia quindi come gli inquirenti avevano dichiarato fin dalle prime ore dopo l’omicidio.
Ma la scelta del luogo? L’assassino sapeva che le telecamere (che poi si sono rivelate non collegate) non inquadravano la scena del delitto?

La perizia con le armi è l’eventuale conoscenza fra le vittime e l’assassino sarebbe ben più di una pista. Probabile che gli inquirenti stiano verificando con altre telecamere quali auto siano passate nei pressi della palestra subito dopo l’omicidio. Se davvero sarà confermato che Trifone e Teresa conoscevano la persona che ha sparato non sarà impossibile restringere il cerchio

 

GLI ALTRI STEP DELLA VICENDA  – LINK

L’ANALISI DELL’AUTO, SPUNTA UN CAPELLO
LE SERATE DA CUBISTA

LE SERATE SEGRETE DELLA COPPIA
C’ERA UNO SPASIMANTE?
IL KILLER PROFESSIONISTA
I PRESUNTI AMORI IN CASERMA
LA PISTA SVIZZERA

 

facebook
492