Bearzi

Ornella Vanoni al Grado Festival. 5 luglio 2016

Ornella Vanoni
La scenografica Diga Nazario Sauro sarà anche quest’anno la meravigliosa cornice dei concerti di “Grado Festival Ospiti d’Autore”, la prestigiosa rassegna fiore all’occhiello dell’estate musicale del Nordest, organizzata da Zenit srl, in collaborazione con il Comune di Grado, la Regione Friuli Venezia Giulia e l’Agenzia PromoTurismoFVG. Dal 5 al 20 luglio si avvicenderanno sul palco dell’Isola del Sole alcuni tra i principali esponenti della musica colta del panorama italiano e internazionale. Ad inaugurare la rassegna sarà domani, martedì 5 luglio, l’immensa Ornella Vanoni, considerata una delle migliori interpreti della musica italiana di sempre, con una carriera lunga e piena di successi durante la quale si è cimentata in generi diversi, dal jazz, alla bossa nova, alla canzone d’autore, rendendosi popolare grazie ad uno stile interpretativo ed un timbro vocale fortemente riconoscibili. I biglietti per il concerto saranno ancora in vendita alle biglietterie del concerto a partire dalle 19.00. Tutte le info su www.azalea.it .

La “signora della musica italiana” porterà sul palco (inizio alle 21.30) il suo nuovo spettacolo “Free Soul”, titolo che non solo definisce pienamente lo stato d’animo attuale dell’artista e il suo essere un’anima libera, ma è anche molto adatto per il jazz, stile musicale libero che lascia spazio all’improvvisazione e all’invenzione. Inoltre, il nome scelto è perfetto anche per l’insolito trio di grandissimi musicisti che accompagneranno Ornella Vanoni sul palco: Roberto Cipelli (pianoforte), Bebo Ferra (chitarra) e Piero Salvatori (violoncello). Per l’occasione l’artista interpreterà alcuni brani jazz e di bossa nova, oltre che i suoi più grandi successi, con lo stile che sa sempre la contraddistingue. «È un progetto che presento al mio pubblico con emozione e molto entusiasmo – ha dichiarato l’artista – Per andare avanti bisogna cambiare sempre, con coraggio e passione. Questo trio fantastico ed eccezionale mi porta dentro l’anima una nuova gioia». Ma l’aspetto più emozionante di questo concerto è il dialogo verbale tra Ornella e il pubblico, a ruota libera, senza un copione scritto, racconta la libertà dell’anima. Titoli come “Tu sì ‘na cosa grande” (1º posto al Festival di Napoli nel 1964), “Io ti darò di più” (Festival di Sanremo 1966), “La musica è finita” (Festival di Sanremo 1967), “Tristezza” (1967), “Una ragione di più” (1969), hanno fatto di lei una delle più quotate interpreti della musica italiana degli anni ’60, vedendo la sua popolarità aumentare costantemente nei decenni successivi. Il nuovo millennio la vede ancora attivissima sul piano discografico e concertistico. Ornella Vanoni è l’unico artista ad aver vinto due Premi Tenco e l’unica cantante italiana ad aver ottenuto questo riconoscimento come cantautrice. Ha inoltre vinto una Targa Tenco, che porta complessivamente a tre il numero di riconoscimenti a lei assegnati dal Club Tenco.
Completano il programma della 9° edizione del Grado Festival i concerti di Luca Carboni, con “Pop-Up Tour” l’11 luglio, Ian Anderson con il best of dei Jethro Tull il 16 luglio e il leggendario chitarrista dei Genesis Steve Hackett il prossimo 20 luglio. Biglietti in vendita, info su www.azalea.it.

facebook
874