Bearzi

MissDragQueenFVG
Pordenone per una sera sarà Capitale Drag Queen Triveneto per una raccolta fondi contro la SLA, tema reso popolare dalla recente campagna internazionale Ice Bucket Challenge.
Arriveranno in tantissime Domenica 21 settembre, dalle ore 21,00, ingresso gratuito, al Planet Fun di Pordenone. Oltre venti Drag Queen da tutto il Triveneto, grandi artisti che si esibiranno a titolo gratuito, per un Gran Galà di beneficenza che coinvolge tutta l’organizzazione di Miss Drag Queen Triveneto 2014.
L’idea è nata da Paolo Ferro, direttore artistico dell’organizzazione eventi THE GA.ME. che ha voluto riunire tanti artisti per un galà che fra spettacoli, canzoni, siparietti comici e asta degli originali oggetti creati dalle stesse Drag Queen per le loro performance, porterà alla raccolta di fondi che andranno tutti in beneficenza e consegnati all’associazione AISLA FVG, associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica:”Il Gran Galà nasce dalla volontà di proiettare il successo di Miss Drag Queen Triveneto in una realtà come quella pordenonese in cui manca l’intrattenimento lgbt presente in altre città.” – afferma Paolo Ferro – “Lo avevo promesso anche ad Arcigay Friuli, per contribuire a portare un po’ di freschezza in una Pordenone che si sta risvegliando sui temi dei diritti civili. In questo modo, diamo la possibilità agli artisti di potersi esibire su un palco importante appoggiando una giusta causa e facendosi conoscere ad un più vasto pubblico per abbattere stereotipi e pregiudizi.”

Lieto che questo importante evento approdi proprio a Pordenone è il presidente Arcigay Friuli, Giacomo Deperu, che proprio in questi giorni in città sta concentrando importanti azioni politiche per il riconoscimento dei diritti delle coppie gay:”Pordenone per una notte sarà Capitale Drag Queen del Triveneto ospitando nella destra Tagliamento un numero mai visto prima di artisti Drag Queen, pronti a dimostrare che il mondo gay è parte integrante della società e sempre in prima linea quando c’è da spendersi per una giusta causa”. E l’invito è esteso a tutta la popolazione:”Non sarà una ‘serata gay’” – tiene a precisare Deperu – “bensì una serata di Gran Galà per tutti i friulani, che vuole accogliere le differenze come un valore affinché eterosessuali, omosessuali, bisessuali, transgender possano, tutti insieme, vincere una nuova battaglia di civiltà in favore di persone meno fortunate.”

La serata, condotta da Paolo Ferro e dalla famosa Drag Queen di Mestre, Demetra Devii, vedrà anche il grande ritorno sul palco della pordenonese Alfredofollia, artista, performer e cantante poliedrica da sempre in prima fila quando si tratta di grandi battaglie di civiltà.
E poi la triestina Satin Saty, Miss Drag Queen FVG 2013, Ariel, Miss Drag Queen Trentino Alto Adige, Lady Chanel, vincitrice in Veneto nel 2012, e ancora dalla nostra regione Lady Prue, Lady Cartoonia, Clever Fox, Venus Mirage, Lady Victorya e molte altre. Oltre agli artisti Drag, si alterneranno cantanti noti sul territorio come Mirna Brancotti e Simon BI.

Una forma di spettacolo, quello DragQueen, che vede uomini assumere originali e coloratissime sembianze femminili con paradossali e creativi costumi di scena, sviluppatosi nei locali gay di tutto il mondo e per decenni nascosto ai margini della società o al buio di qualche discoteca: oggi scende in campo con tutta la creatività e professionalità di cui è capace per dare un aiuto concreto rispetto ad un tema di grandissima attualità, la lotta alla Sindrome Laterale Amiotrofica.
E il pubblico che ama i coloratissimi spettacoli Drag non è più solo quello del “popolo lgbt”: è oramai conquistato anche il pubblico eterosessuale, come dimostrato questa estate a Lignano dove erano numerose le famiglie accorse al bar Tenda per assistere alle selezioni di Miss Drag Queen Friuli Venezia Giulia in una serata nella quale, assicura Deperu “tutti insieme ci siamo sentiti una grande famiglia naturale”.

FOTO: Paolo Ferro (al centro) con lo staff di Miss Drag Queen FVG 2014

facebook
1.100