Posate due pietre d’inciampo fuori dalla Questura di Trieste

Segni tangibili di un passato che non si deve dimenticare perché non si ripeta mai più, questa mattina, all’esterno dell’ingresso della Questura in via Demenego e Rotta, sono state collocate le Pietre d’Inciampo dedicate alla memoria del Commissario Giovanni Palatucci e del Commissario Feliciano Ricciardelli, deportati nel 1944 nel campo di concentramento di Dachau.

Erano presenti alla cerimonia di positura delle opere dell’artista tedesco Gunter Demnig il Prefetto, il Sindaco, il Presidente della locale Comunità Ebraica, oltre al Questore, al Cappellano provinciale della Polizia di Stato che le ha benedite e a una rappresentanza di soci della locale sezione ANPS (Associazione Nazionale Polizia di Stato).

Si ricorda che giovedì 27 gennaio c.m. verrà commemorata la Giornata della Memoria e nell’occasione, all’interno della locale Casa circondariale, sarà deposta una corona d’alloro alla lapide che ricorda la prigionia di Giovanni Palatucci, ultimo Questore di Fiume, “Giusto tra le Nazioni” e “Servo di Dio”.

644