Bearzi

Presentata la Bavisela Young

bavisela2010
Migliaia di bambini di corsa in piazza Unità, in una mattinata dove ormai
quasi tutte le scuole triestine si danno appuntamento per partecipare alla
gara per baby podisti più affollata della regione.

La Bavisela Young compie dieci anni e si ripresenta al pubblico mercoledì
28 aprile a partire dalle 10, realizzata anche quest’anno da “La Bavisela”
grazie al contributo della Fondazione CRTrieste e dell’Area Educazione,
Università e Ricerca del Comune di Trieste.

La manifestazione è rivolta ai bambini e ai ragazzi delle scuole materne,
elementari e medie inferiori della provincia di Trieste.
Al termine di ogni gara verranno accolti sul palco i primi tre
classificati di ogni batteria, anche se sono previsti premi uguali per
tutti i partecipanti che, una volta tagliato il traguardo, riceveranno una
medaglia.

La Fondazione CRTrieste, sempre attenta alle attività di promozione dello
sport tra i giovanissimi, non manca neanche quest’anno all’appuntamento
con l’ormai classica “maratona dei ragazzi”, che nelle ultime quattro
edizioni vede il nome della Fondazione abbinato a quello della corsa.

La Fondazione ritiene che questa non sia solo un’occasione ricreativa, ma
anche formativa e di socializzazione per migliaia di giovanissimi della
provincia: una sorta di vera e propria corsa verso un traguardo composto
da divertimento, amicizia e pratica di una disciplina sportiva dove
bambini e giovani possono essere sia protagonisti che semplici spettatori.

A seguire dal vivo la corsa Radio Punto Zero, media partner della
Bavisela, che documenterà in diretta l’intera mattinata con la
radiocronaca della corsa e le interviste ai bambini a cura di Barbara
Pernar e Giuliano Rebonati e che offrirà ai bambini golose merendine.

Tante le iscrizioni già pervenute all’organizzazione, moltissime scuole ma
anche adesioni singole.

Per la prima volta quest’anno la maglietta della Bavisela Young-Fondazione
CRTrieste avrà lo stesso colore della Bavisela non competitiva della
domenica. Il colore scelto per il 2010 è il verde.

L’edizione 2009 ha registrato 3800 iscritti, un record di adesioni mai
toccato prima, che ha trasformato la piazza in una grande festa dello
sport giovanile.

La manifestazione è stata presentata ufficialmente questa mattina alla
sede della Fondazione CRTrieste in via Cassa di Risparmio, alla presenza
di Renzo Piccini, vicepresidente del Consiglio d’amministrazione della
Fondazione CRTrieste, Giorgio Rossi, assessore comunale all’educazione,
Enrico Benedetti, presidente della Bavisela, e Claudio Sterpin del
Marathon Trieste.

«E’ una manifestazione colorata e vivace, un evento unico direi a livello
mondiale, che la Fondazione sostiene con entusiasmo – ha detto Piccini –
sempre attenta alla promozione dello sport tra i giovani. Questa maratona
per ragazzi non è solo un’occasione ricreativa, ma anche formativa e di
socializzazione».

«Vedo grande entusiasmo e disponibilità in questa iniziativa – ha
sottolineato Rossi – e i bambini ci mettono il cuore. La manifestazione
garantisce i più piccoli anche importanti insegnamenti, il senso di
partecipazione, il fatto che tutti ci credono e si impegnano, dimostrano
stima nelle loro capacità. Questa corsa nei loro piccoli cuori farà
battere una gioia che poi di sicuro ricorderanno da grandi».

«Un grande ringraziamento da parte nostra va alla Fondazione CRTrieste e
all’Area Educazione del Comune. I loro preziosi contributi sono
indispensabili. Ci avete permesso di organizzare una bellissima giornata
di festa – ha detto Benedetti – dopo la nostra idea, nata dieci anni fa,
molte maratone in tutta Italia ci hanno copiato, scegliendo percorsi
simili anche per i bambini. Ma la nostra corsa resta speciale, i bambini
mettono in primo piano il divertimento ma non trascurano anche un po’ di
sana competizione, e spesso proprio in questa occasione scoprono una
passione per lo sport, obiettivo che noi miriamo a promuovere, avvicinare
bambini e ragazzi alla pratica sportiva. Dal punto di vista pratico – ha
aggiunto Benedetti – tutti i partecipanti saranno divisi a seconda
dell’età e organizzati in batterie. Potranno quindi sfidare i propri
coetanei. Alla fine però le medaglie saranno uguali per tutti, ai
vincitori le consegneremo sul palco allestito, ma il riconoscimento è
identico per ogni piccolo podista. Per tutti inoltre ci sarà un punto
ristoro. Ricordo inoltre – ha concluso Benedetti – il supporto importante
della Fondazione CRTrieste anche per il BaviFestival, dove, anche in
questo caso, per l’edizione 2010 abbiamo voluto dare ampio spazio ai
giovani».

«Siamo pronti anche quest’anno a sostenere i bambini dalla partenza
all’arrivo – ha spiegato Sterpin – come ogni anno facciamo. I bambini si
divertono e noi ci occupiano che tutto avvenga in modo sicuro. Vediamo
sempre con grande soddisfazione la gioia dei bambini, che conservano il
pettorale e che di sicuro da adulti ricorderanno con piacere magari di
aver fatto la loro prima gara proprio alla Bavisela Young».

facebook

Lascia un commento

558