Shelly Ann Fraser torna a Lignano dopo i Mondiali di atletica di Mosca

LIGNANO SABBIADORO, 23 AGOSTO 2013 – Ieri pomeriggio, la plurimedagliata Shelly Ann Fraser – rientrata a Lignano Sabbiadoro (Udine) dopo i mondiali di atletica di Mosca – ha incontrato il sindaco della località balneare friulana Luca Fanotto.
Insieme a loro, Pierantonio Vaccari il quale insieme alla sua famiglia accoglie da anni la squadra giamaicana nell’hotel Fra i pini, sempre a Lignano, e naturalmente le medaglie – rigorosamente al collo – conquistate da Fraser: tre ori sui 100m, 200m e 4x100m.
Questi titoli si aggiungono ai titoli olimpici di Pechino 2008 e Londra 2012 ed il mondiale di Daegu del 2011. E a soli ventisei anni l’atleta giamaicana è oggi a pieno titolo la numero uno dell’atletica mondiale al fianco del connazionale Usain Bolt.
Alle medaglie olimpiche, Fanotto ha voluto aggiungere quella della città di Lignano, diversa per significato, ma sicuramente segno di grande amicizia, ammirazione e rispetto per l’enorme impegno sportivo e umano.
Va detto infatti che Fraser e tutti gli atleti del team top mondiale di stanza a Lignano sono anche i protagonisti del Meeting Sport Solidarietà che, da ventiquattro edizioni, la Nuova Atletica dal Friuli organizza sul suolo del Friuli Venezia Giulia. Poche settimane fa, Fraser è stata testimonial dei 50m con atleti disabili, idem dicasi per la compagna di staffetta e oro nella 4x100m Carrie Russel, anche lei testimonial della serata di solidarietà che ha preceduto il meeting.
Menzione speciale merita Nesta Carter che, dopo i difficili giorni del ciclone doping dello scorso luglio durante i quali era stato additato fra i presunti colpevoli, ha saputo reagire alla grande portandosi a casa un bronzo sui 100m e l’oro con la 4x100m giamaicana.

Lignano e lo sport sono un binomio ormai indissolubile e a tutti i livelli. L’amministrazione comunale presenterà tra pochi giorni il programma di eventi sportivi, alcuni inediti, che si svilupperanno per tutto il mese di settembre.

650