Bearzi

snaidero_rimini-12
Finale al cardiopalma al Carnera: sulla rimessa di Pierich, Mathis ruba palla e la serve a Harrison per i due punti di una partita decisa negli ultimissimi secondi. Infuriato il coach ospite Marco Crespi, mentre l’allenatore friulano Demis Cavina ha il sorriso dei tempi migliori.

Con il cuore e la consueta voglia di non mollare mai, la Snaidero Udine ha sconfitto al palaCarnera la Fastweb Casale Monferrato. E’ stata una vittoria decisa da un canestro di CC Harrison a pochi secondi dalla fine con la partita in mano ai piemontesi.

SNAIDERO – FASTWEB 64-63

SNAIDERO UDINE Mathis 5, Harrison 19, Zacchetti 5, Brkic 18, Bennett, Dordei 5, Ferrari, Brown 12, Rabaglietti; non entrati: Pascolo, Maganza e Alibegovic. Allenatore: Demis Cavina.
FASTWEB CASALE MONFERRATO George 14, Levin, Pierich 13, Chiotti 8, Fantoni 11, Rossetti 5, Ferrero 3, Jackson 9; non entrati: Cournooh e Tagliabue. Allenatore: Marco Crespi.
ARBITRI Caroti, Moretti e Conti.
NOTE Quarti: 23-17, 30-34, 50-47. Tiri liberi: Snaidero 10/13, Fastweb 13/17. Spettatori: 2300.

La voglia di non mollare mai è stata la chiave del successo della Snaidero su Casale, il quarto consecutivo per la prima volta in stagione da parte degli arancione. A pochi secondi dalla fine della partita quel qualcosa in più ha permesso a Rod Brown di sporcare la rimessa del figlio d’arte Pierich e di mettere CC Harrison nella possibilità di segnare il canestro decisivo dopo che la palla è carambolata su Jackson.

«Di questa contesa – commenta il coach della Snaidero, Demis Cavina, in sala stampa a fine match – mi resteranno impresse tre cose. La prima: il ringraziamento che Donte Mathis, al rientro dopo l’infortunio, ha voluto farmi, ma siamo noi che dobbiamo ringraziare lui per l’impegno. La seconda: la voglia che Demetric Bennett ha dimostrato di scendere in campo comunque nonostante l’infortunio alla caviglia. Ho fatto l’errore di non fermarlo, ma è stato giusto così. La terza: lo spirito che la squadra ha avuto nello sprint finale dopo alcuni errori in sottomano. Ai ragazzi ho detto, in un time out, di continuare così perché stavano dando l’anima in campo e alla fine abbiamo vinto. E’ stata una vittoria per l’appunto di squadra, conquistata da un gruppo strepitoso che sta disputando una stagione sensazionale: con tre turni d’anticipo, i play-off sono cosa fatta. La Fastweb sta attraversando un buon periodo e ci ha fatto pensare. Pensando troppo siamo stati macchinosi. Quando invece contava non abbiamo pensato».

Il presidente Edi Snaidero è raggiante: «Questa Snaidero non molla mai e ha meritato di arrivare all’ultimo secondo con la palla in mano per vincere. Con il rientro di Mathis si devono scoprire nuovi equilibri ed è normale che sia così. Contro Casale ha funzionato più il cuore che la tecnica»

Fonte www.snaiderobasketball.com

Demis Cavina (Snaidero Udine): “Ci sono cose che rimangono di una partita, in questo caso ben tre: una è capitata alla fine ed è una cosa cui tengo tanto, ossia l’abbraccio con Mathis; la seconda è la voglia iniziale di giocare di Bennett: errore mio a non fermarlo, ma non me la sentivo di lasciarlo fuori; la terza, quando ad un time out dalla fine, dopo due sottomani sbagliati, ho detto ai ragazzi che l’unica cosa che non andava bene era che non mettessimo la palla nella retina, perchè per il resto avevamo fatto bene.
Abbiamo giocato contro una squadra che è in un grande momento di forma e che ci ha messo in grande difficoltà. Abbiamo preso un parziale a sfavore quando “pensavamo” troppo, mentre siamo stati bravi a “non pensare” nei momenti decisivi. E’ una grande vittoria di squadra. Questa vittoria ci gasa, ormai i playoff sono matematici, conta arrivare in forma a questo appuntamento. La testa però dobbiamo averla a martedì, quando riprenderemo gli allenamenti. Questa è comunque una stagione strepitosa a prescindere della posizione in cui arriveremo nella griglia dei playoff. Mathis? L’ho inizialmente schierato da guardia, perchè è più semplice inserirlo in questo contesto. Lui è pronto a livello atletico, deve crescere nella costruzione di gioco a livello di playmaking, aspettiamo quello che lui sa fare e che tornerà fare al 100%: il suo ritorno è stato positivo”.

Marco Crespi (Fastweb Casale Monferrato):”Abbiamo disputato una partita in modo costruttivo e positivo, che era stata vinta. Un errore di squadra su una rimessa ci ha tolto i due punti. Nel secondo quarto siamo riusciti a rientrare in partita e ad andare avanti, peccato buttare via due punti così”.

facebook

Lascia un commento

478