Bearzi

Stramaccioni, Udinese ok nonostante 8 assenze

STRAMACCIONI-2014-SERIO-WEB
Soddisfatto Stramaccioni, un po’ meno Di Francesco. “Fatta la partita che volevamo, nonostante l’emergenza – dice il tecnico dell’Udinese – Ci mancavano otto uomini, abbiamo perso Di Natale in nottata e Geijko dopo meno di mezz’ora. Non era una gara semplice, ma siamo stati bravi a riprenderla e a portare a casa un punto importante. Non era semplice affrontare un Sassuolo in fiducia, nostro merito avergli reso la vita difficile”. “Bene la prestazione, non il risultato – commenta Di Francesco – Mi girano le scatole perché abbiamo provato a vincerla e credo meritassimo. Abbiamo subito qualcosa, gol compreso, ma la partita l’abbiamo fatta e volevo vincerla. Abbiamo avuto situazioni importanti che non siamo stati in grado di concretizzare. Qualcosa di più potevamo fare noi, ancora poco precisi rispetto al tanto creato, qualcosa in più poteva fare l’arbitro, nel senso che – dice riferendosi agli episodi che hanno visto protagonista Berardi in area – o era rigore, perché quando ti toccano mentre calci è rigore, o ti sei buttato, e allora vai fuori. Al netto di questo, da parte nostra ottima partita, e peccato per il pareggio”.

Un pari che può accontentare Sassuolo e Udinese, protagoniste del primo anticipo della 18/a giornata di Serie A. Al gol di Zaza, segnato quasi in apertura, ha risposto Thereau e, da quel momento (metà del primo tempo), la partita si è sviluppata su percorsi equilibrati, con il Sassuolo alla ricerca della vittoria dopo l’impresa contro il Milan. Stramaccioni prova dall’inizio il suo più importante terminale offensivo, Di Natale, ma deve rinunciare per infortunio a Geijo, sostituito da Bruno Fernandes. Il Sassuolo invece ritrova Vrsaljko, unico straniero in campo per gli emiliani, mentre Di Francesco non ha gli acciaccati Peluso e Sansone, sostituiti da Longhi e Floro Flores. Al 14′ il vantaggio dei padroni di casa: l’assist del rientrante Vrsaljko è preciso per la testa di Zaza, che non sbaglia. L’Udinese tarda a ritrovarsi ma, alla prima occasione, pareggia i conti: passaggio filtrante di Allan per Thereau, il cui diagonale non dà scampo a Consigli. Il Sassuolo prova subito a reagire: Berardi vede in area Cannavaro, colpo di testa del difensore sopra la traversa. Ci mette le mani Karnezis al 40′ sul tiro da fuori di Longhi, mentre rischia il portiere ospite: cross di Missiroli, Zaza di testa, palla di poco sul fondo. Prima dell’intervallo è tempestivo Acerbi nel chiudere su Theraeu. La ripresa inizia con le proteste del Sassuolo per un contatto in area tra Domizzi e Berardi. L’arbitro vede bene e si prosegue. In prossimità della metà della ripresa due opportunità per rompere l’equilibrio in campo: al 26′ Berardi serve Zaza in area, Domizzi interviene da dietro, rischiando un clamoroso autogol. Subito Udinese: Widmer per Bruno Fernandes, ma quest’ultimo non è preciso nella conclusione. Nel finale vicino al gol il Sassuolo: su cross di Vrsaljko la palla arriva sui piedi di Berardi che, defilato sulla destra, colpisce il palo con la complice deviazione del difensore Domizzi.

facebook
427