Treni in Friuli: i nuovi orari dal 15 dicembre 2013

grafo_lineeDal 15 dicembre 2013 cambia l’orario dei treni: il servizio ferroviario viene riorganizzato, con orari più regolari e facili da memorizzare, con nuove coincidenze che permettono di coprire percorsi più lunghi, con il potenziamento delle corse sulle relazioni più frequentate.

 

 

LINEA 13 – TRIESTE VENEZIA via Portogruaro  – LINK

LINEA 14 TRIESTE – VENEZIA via Gorizia/Udine – LINK

LINEA 15 TRIESTE – TARVISIO (VILLACH) via CERVIGNANO/UDINE – LINK

LINEA 233  GEMONA SACILE – LINK

LINEA 236 PORTOGRUARO – CASARSA – LINK

LINEA 241 PALMANOVA – SAN GIORGIO DI NOGARO – LINK

 

La lettura dell’orario si semplifica

Nell’arco della giornata i treni viaggiano secondo orari ripetitivi, passando sulle singole stazioni ad un minuto preciso e costante (da qui il termine “cadenzato”). Imparare gli orari a memoria, quindi, non è più un problema ed anche i periodi di circolazione associati ai treni sono riconoscibili in maniera più immediata.Il territorio diventa più accessibile

Le stazioni su cui confluiscono più linee diventano il luogo dell’interscambio. Coincidenze sistematiche tra servizi permettono di raggiungere la stazione con un treno per proseguire, poco dopo, con un altro treno nella direzione desiderata. I percorsi coperti dai servizi ferroviari si ramificano e, di conseguenza, aumentano le soluzioni di viaggio e l’accessibilità al territorio. I servizi e le coincidenze disponibili presso la stazione di Udine, ad esempio, collegano il territorio montano con tutti e quattro i capoluoghi di provincia.

Migliorano i collegamenti sulle relazioni più frequentate

La nuova distribuzione oraria delle corse e la velocizzazione di alcuni servizi portano ad un miglioramento dei collegamenti sulle relazioni più frequentate, con aumento delle frequenze e riduzione dei tempi di viaggio.

Si conferma l’attenzione verso le esigenze dei pendolari

Regolarità dell’orario non significa rigidità del servizio. Ai treni che seguono “l’orario tipo” si affiancano anche treni con orario diversificato, pensati per soddisfare specifiche esigenze dell’utenza. Allo stesso modo esistono treni di rinforzo, che intensificano il servizio nelle fasce orarie di punta.

Il territorio regionale guarda all’esterno con i servizi transfrontalieri

Il servizio transfrontaliero con l’Austria viene fatto proprio dalla nuova offerta ferroviaria. Sono confermate, quindi, le due coppie di treni/giorno che collegano Udine con Villach.

Migliorano le relazioni a lunga percorrenza

Le modifiche non riguardano soltanto i treni regionali. Si amplia anche l’offerta a lunga percorrenza, con nuovi treni diretti da Trieste verso Roma e Milano.

1.941