Bearzi

TriestEspresso Expo dal 25 al 27 ottobre 2012

Ancor più internazionale, ancora più prestigiosa: TriesteEspresso Expo continua a crescere. La più importante fiera business to business a livello internazionale focalizzata esclusivamente sul caffè espresso, presentata questa mattina nella camera di Commercio di Trieste, torna dal 25 al 27 ottobre 2012 nel comprensorio fieristico di Montebello, grazie all’organizzazione di Aries – Camera di Commercio di Trieste in collaborazione con Assocaffè Trieste e Trieste Coffee Cluster.

Punto d’incontro a livello internazionale con visitatori attesi da 85 Paesi, portati in città anche grazie alla speciale partnership con Lufthansa, official carrier dell’evento, TriestEspresso è prima di tutto l’appuntamento per affermare la qualità dell’espresso e del prodotto Made in Italy: tra i 230 espositori si contano, infatti, molti brand simbolo della qualità italiana. Ma sarà anche l’edizione dei Paesi produttori, mai così numerosi e proprio a loro sarà dedicato il convegno d’apertura.

Ricchissimo il calendario di eventi di questa sesta edizione: momenti di formazione e informazione, eventi culturali e di svago, con percorsi nel centro città all’aroma di caffè..

Non mancano neppure note di colore:conclude Alessandro Sietti, responsabile Area gestione eventi fieristici di Aries.

Nel corso della conferenza stampa sono intervenuti anche Franco Bazzara titolare della torrefazione Planet Coffee, e Gianfranco Nobile, liquidatore di Fiera Trieste Spa.

 

GLI ESPOSITORI

230 espositori, da oltre 21 paesi e con numerosi prestigiosi brand di riferimento per il settore: sono i protagonisti della sesta edizione di TriestEspresso, la più importante fiera al mondo focalizzata esclusivamente sull’espresso, che continua anche quest’anno il suo trend di crescita.

Tutte le categorie della filiera dell’espresso sono rappresentate: dai produttori di macchine da caffè, di macchinari per la torrefazione, di tazzine, di accessori e packaging ai produttori di caffè verde, agli importatori, distributori, spedizionieri, torrefattori. Tra essi si contano anche i principali marchi simbolo della qualità italiana, perché TriestEspresso è l’appuntamento per affermare la qualità dell’espresso e del prodotto Made in Italy nel mondo.

Mai stata così numerosa la presenza di paesi produttori: partecipano India, Indonesia, Vietnam, Costa D’Avorio, Tanzania, Burundi, Guatemala, El Salvador, Brasile, Jamaica e Colombia.

Segue elenco espositori.

UN VIAGGIO ATTRAVERSO I PAESI PRODUTTORI
Convegno d’apertura – I trend di produzione e di consumo in Brasile, Burundi, El Salvador, Guatemala, India, Indonesia, Tanzania

I produttori, il primo, fondamentale, anello della catena: proprio con loro TriestEspresso taglia il nastro inaugurale. Il convegno di apertura della manifestazione, in programma giovedì 25 ottobre alle ore 10.00 nella Sala Convegni del padiglione H, si configura infatti come un itinerario attraverso alcuni tra i più rappresentativi Paesi di produzione, in compagnia dei referenti dei rispettivi Coffe Board.

“Caffè: da Trieste un viaggio attraverso i Paesi produttori” si soffermerà sulle più recenti dinamiche che stanno interessando questi mercati. Il focus sarà posto sui fattori che determinano qualità e quantità dei chicchi prodotti, le linee di sviluppo intraprese dai singoli mercati, gli effetti dell’attuale contingenza e le prospettive future. Non solo, l’attenzione verrà posta anche sulla nuova veste che sempre più spesso anche questi paesi calzano con crescente convinzione: quella di consumatori. Produzione e consumi saranno pertanto i nodi focali attorno cui si svilupperanno gli interventi dei relatori.

Le tappe di questo inedito viaggio? La prima conduce nel Sud-est Asiatico, in Indonesia, paese che spicca per gli imponenti volumi prevalentemente di Robusta ma in cui, negli ultimi anni, ha pesato una crescente, seppure sempre nettamente minoritaria, percentuale di Arabica. A fare il punto, Priyo Iswanto, chargé d’Affaires all’Ambasciata indonesiana a Roma. Ricardo Villanueva, direttore dell’Anacafe ci condurrà in Guatemala per conoscere tutto ciò che gira attorno a uno dei caffè più amati per la finezza del suo aroma, mentre Yenugula Raghuramulu, joint director research del Coffee Board of India, ci riporterà sul terreno di uno dei colossi del caffè asiatico.

L’itinerario ricondurrà in America Latina, soffermandosi prima in Brasile, assieme a Vanusia Nogueira, executive director della Brazil Specialty Coffee Association, e a Ivan Barbosa Netto, direttore di Exportaminas, e infine nell’interessante produzione di El Salvador con Benjamin Reinaldo Monge Ramos, executive director advisor del Consejo Salvadoreño del Café.

Non poteva mancare una tappa anche nel continente africano, più nello specifico in Tanzania, con Adolph Kumburu, direttore generale del locale Coffee Board, e in Burundi, assieme a Jean Faustin Niyibizi, direttore amministrativo e finanziario di Afric Burundi.

La sintesi verrà offerta da Peter McGrath, Academy of sciences for the developing world, che si soffermerà sul tema della creazione di competenze per la ricerca sul caffè nei paesi produttori, progetto portato avanti da TWAS assieme al World Coffee Research del Texas.

PROGRAMMA CONVEGNO D’APERTURA TRIESTESPRESSO 2012
Giovedì 25 ottobre 2012

Inaugurazione TriestEspresso Expo
Ingresso padiglione A
Cenni di saluto e taglio del nastro

Antonio Paoletti, Presidente Camera di Commercio di Trieste
Comune di Trieste
Provincia di Trieste
Regione Friuli Venezia Giulia
Prefettura di Trieste
Furio Suggi Liverani, Presidente Trieste Coffee Cluster
Massimiliano Fabian, Presidente Associazione Caffè Trieste

Modera Massimiliano Fabian, Presidente Associazione Caffè Trieste
Furio Suggi Liverani, Trieste Coffee Cluster, President
Priyo Iswanto, Indonesian Embassy in Rome, Chargé d’Affaires
Ricardo Villanueva, The Guatemalan National Coffee Association – ANACAFE, Chairman
Yenugula Raghuramulu, Coffee Board of India, Joint Director Research
Vanusia Nogueira, Brazil Specialty Coffee Association – BSCA, Executive Director
Ivan Barbosa Netto, Exportaminas – Coordenação Especial de Comércio Exterior
Governo de Minas Gerais, Director
Benjamin Reinaldo Monge Ramos, Consejo Salvadoreño del Café, Executive Director Advisor
Adolph Kumburu, Tanzania Coffee Board, General Director
Jean Faustin Niyibizi, Arfic Burundi, Administratif and Finance Director

Creazione di competenze per la ricerca sul caffè nei paesi produttori: un progetto proposto da TWAS, the academy of sciences for the developing world e da World Coffee Research
Peter McGrath, Tonya Blowers – TWAS

I WORKSHOP SCAE PER LA PRIMA VOLTA A TRIESTESPRESSO
Per imparare l’arte dell’assaggio, decorare i cappuccini con la latte art e conoscere il mondo del chicco verde

La formazione professionale targata Scae approda per la prima volta a TriestEspresso Expo: dal 25 al 27 ottobre troveranno spazio anche i workshop certificati e le educational session della Speciality Coffee Association Europe.

Un calendario serrato, che propone per ogni data della tre-giorni triestina proposte formative ritagliate sulle esigenze degli operatori del settore, siano essi torrefattori, buyer, baristi o altre figure che ruotano attorno alla filiera dell’espresso.

Si inizia già dalla mattina di giovedì 25 ottobre con un approfondimento su come avviare il proprio espresso bar, per proseguire con 5 ore di “cuptasting”: ovvero gettare le basi per l’assaggio, percepire differenze qualitative e quantitative in differenti tipi di caffè ed essere in grado di descriverle.

Un’introduzione al cuptasting, seppur in forma più sintetica, si svolgerà anche il 26 ottobre, dalle 10.00 alle 13.00, mentre nel pomeriggio il focus sarà sul sistema del caffè verde: in che modo suolo, altitudine, temperatura influiscono sul caffè in tazza, la stagionalità del caffè, il ciclo di crescita della pianta, tecniche di lavorazione, stoccaggio e trasporto.

Nella giornata conclusiva del 27 ottobre si torna ancora una volta sul cuptasting, ma questa volta con un modulo avanzato, mentre il programma formativo si conclude, tra le 15.30 e le 18.00 con un workshop dedicato alla latteart, l’ormai irrinunciabile tecnica di decorazione del cappuccino dei baristi provetti.

Niente teoria e tanta pratica per un ulteriore workshop, fuori programma SCAE e non a pagamento, dedicato alla tostatura che si svolgerà il 25 ottobre alle 13.30: Roberto Pedini, Petroncini Impianti, fornirà consigli e informazioni pratiche su come curare al meglio la tostatura dei chicchi.

PROGRAMMA WORKSHOP

25 OTTOBRE 2012 13.30
Impatto della tostatura sulle proprietà del caffè
Roberto Pedini, Product Manager Petroncini Impianti

WORKSHOP E EDUCATIONAL SESSIONS SCAE

25 OTTOBRE 2012
10.00 – 11.30
Starting your own espresso bar
€75 per i non associati, 50€ per i soci SCAE

12.00 – 17.30
Coffee Diploma System Sensory & Cuptasting level 1
€300 per i non associati, 250€ per i soci SCAE

26 OTTOBRE 2012
10.00 – 13.00
Introduction to Espresso Cuptasting
€100 per i non associati, 75€ per i soci SCAE

13.00 – 18.00
Coffee Diploma System Green Coffee level 1
€300 per i non associati, 250€ per i soci SCAE

27 OTTOBRE 2012
10.00 – 15.00
Advanced Espresso Cuptasting
€300 per i non associati, 250€ per i soci SCAE

15.30 – 18.00
Latte Art
€100 per i non associati, 75€ per i soci SCAE

I corsi si svolgeranno nel padiglione H, I piano.
Per prenotazioni dei Workshop Scae contattare: Julie Barwick, SCAE Education Administrator,
Tel: 0044.844.264.1435, Email: [email protected]

PARTNERSHIP TRIESTESPRESSO E FIPE NAZIONALE
Il convegno “Caffè, pagamenti e buoni pasto: croce e delizia degli esercenti”
Un banco d’assaggio, sia in fiera che nei bar del centro, per degustare e giudicare il caffè in tazza

Una collaborazione strutturata quella tra TriestEspresso e la Fipe nazionale, Federazione Italiana Pubblici Esercizi aderente a Confcommercio Imprese per l’Italia, che prende forma in iniziative dedicate a operatori del settore e a grande pubblico.

Agli operatori è dedicato il convegno dalle tematiche “scottanti” “Caffè, pagamenti e buoni pasto: croce e delizia degli esercenti”, che si svolgerà giovedì 25 alle ore 15,30 nell’area eventi padiglione H, e durante il quale verranno affrontate quattro tematiche decisamente significative per chi gestisce un bar. Si cercherà di spiegare quali siano le soluzioni alla luce dell’articolo 62 del decreto Liberalizzazioni in vigore dal 24 ottobre anche per ottenere un rapporto più trasparente ed equilibrato con i fornitori (torrefattori e costruttori di attrezzature, presenti massicciamente a Triestespresso); come affrontare il problema dei buoni pasto; individuare soluzioni per incrementare il business e la qualità dell’offerta del locale; infine, ma non ultimo, promuovere l’aggiornamento tecnico e professionale. A prendere la parola, Antonella Zimbelli, torrefattrice Fipe-Confcommercio Varese, Luciano Sbraga, Centro Studi Fipe-Confcommercio, Marcello Fiore, direttore generale Fipe-Confcommercio.

Durante tutta la Fiera, sempre nel padiglione H nell’area Fipe, dalle 10.30 alle 17.00 il pubblico specializzato della fiera potrà accedere a “Tasting&Testing”, un vero e proprio banco d’assaggio professionale per migliorare la conoscenza dei prodotti.

L’iniziativa Tasting&Testing esce dai padiglioni del comprensorio fieristico ed entra in una selezione di 14 bar del centro affiliati Fipe (vedi elenco allegato) dove anche al semplice consumatore, che ordina la consueta tazzina di caffè, verrà proposto di compilare un questionario, realizzato grazie al Centro Studi Assaggiatori. L’obiettivo è quello di renderlo primo giudice del prodotto e allo stesso tempo più consapevole sulla qualità in tazza.

FIPE TASTING & TESTING
I bar di Trieste dove giudicare il proprio espresso
Dal 22 al 27 ottobre

Bar gelateria LUKSA Loc. Prosecco 201
Bar Giorgi Via Fabio Severo 75/b
Torrefazione “La Triestina Caffè” Piazza di Cavana2
Bar Pasticceria AL BIGNE’ Viale G. D’Annunzio 10
RISTO-CAFE’ SPRITZ & LUNCH Via Rossini 16
Caffè GOLDONI Piazza Goldoni 3
Bar DERBY Via Carducci 11
Cafè MOKA Via Roma 24
Bar POLITEAMA Viale XX Settembre 34
REX cafégourmet Galleria Protti 1
Bar TEO Via Ghega 2
Gelateria UDEVALLA SWEET CREAM Strada di Rozzol 117 Trieste
Bar UN BACIO SUL CANALE Via Bellini 5/b Trieste
Bar VIAROMAQUATTRO Via Roma 4 Trieste

UN CAFFE’ CON IL CAMPIONE
Tre mattinate, tre appuntamenti in centro città con Fabrizio Sención Ramírez

Qualità, gusto e il piacere di incontrare e confrontarsi con uno dei più qualificati rappresentanti del mondo della caffetteria firmata Specialità Coffee Association: tre speciali appuntamenti, firmati Dalla Corte, attendono i triestini nei loro bar in pieno centro città.

Fabrizio Sención Ramírez, vice campione del mondo World Barista Championship in carica, prenderà posto dietro al banco bar per servire una perfetta colazione all’italiana, speciali espresso aromatizzati o favolosi cappuccini latte-art.

Tre gli appuntamenti:

Giovedì 25 ottobre, ore 9-12
“Cappuccino e cornetto, la tipica colazione italiana”
Pasticceria Sanna, via Galatti 13 – Trieste.

Venerdì 26 ottobre, ore 9-12
“Il caffè espresso aromatizzato”
bar Ferrari, via San Nicolò 18 – Trieste.

Sabato 27 ottobre, ore 9-12
“Cappuccino latte art”
Cafepiazzagrande, Piazza dell’Unità d’Italia 5 – Trieste.

Assieme a Fabrizio Sención Ramírez, protagonisti al banco bar il “sistema” Dalla Corte composto dalla macchina espresso dc pro e dal grinder dc one.

DAL MUMAC, PRESTIGIOSE MACCHINE DA CAFFÈ IN MOSTRA
Il Gruppo Cimbali prosegue le celebrazioni per il proprio centenario: a TEE 2012 l’area espositiva con pezzi provenienti dal neo-inaugurato Museo Mumac

Il Gruppo Cimbali prosegue le celebrazioni per il proprio centenario e porta a Trieste un pezzetto del neo-inaugurato Museo della macchina da caffè Mumac. Nel padiglione H, durante la tre-giorni fieristica, si potranno ammirare alcune macchine che hanno fatto la storia del caffè italiano, affascinanti nel design e punti di svolta per l’innovazione tecnica.

La mostra temporanea Mumac a TriestEspresso sarà inaugurata con la presentazione del museo “Mumac – museo della macchina per caffè: una storia lunga oltre 100 anni” che si svolgerà giovedì 25 ottobre alle ore 14.45 nella Sala convegni, padiglione H.

Il Mumac, composto da oltre 200 macchine espresso da bar, raccoglie la Collezione Maltoni e Cimbali. Quella di Enrico Maltoni, la più completa e meglio conservata disponibile a livello internazionale, è composta da splendide macchine per caffè salvaguardate dall’usura del tempo. Accanto alle macchine il museo è arricchito da un archivio storico di oltre 15.000 documenti selezionati e catalogati che saranno fruibili a un pubblico di ricercatori, un’aula dedicata alla formazione, un laboratorio per i test sensoriali e diversi spazi organizzati per ospitare eventi e progetti speciali.

“Il museo celebra i cento anni di attività del Gruppo Cimbali – afferma Maurizio Cimbali, presidente del Gruppo – una storia tutta italiana, che in quattro generazioni ha saputo ritagliarsi un ruolo di leadership a livello mondiale. Il MUMAC racchiude ed espone una sintesi di contenuti tecnologici e stilistici eccezionali e pone un’attenzione continua nel contribuire allo sviluppo della cultura del caffè espresso e del cappuccino nel mondo.”

PARTNERSHIP TRA MUSEI EUROPEI DEDICATI AL CAFFE’
Giovedì 25 ottobre alle ore 17,30 presso la Camera di Commercio di Trieste

Giovedì 25 ottobre alle ore 17,30 presso la Camera di Commercio di Trieste di piazza della Borsa n.14, si svolgerà una partnership fra “Musei europei dedicati al Caffè”.

Ad esserne coinvolti il “Museo del Caffè” di Trieste (sito internet: http://goo.gl/MCCM ) curato dal triestino Gianni Pistrini (una sezione è attualmente presente al Museo Commerciale di Trieste, via S. Nicolò 7, secondo piano) e il Magyar Kereskedelmi és Vendéglátóipari Múzeum – Museo Ungherese del Commercio e della Ristorazione (sito internet www.mkvm.hu ) di Budapest, diretto dal dottor Imre Kiss.

L’iniziativa, a carattere culturale, si svolge con il patrocinio dell’Associazione Italo-Ungherese del FVG ‘P.P. Vergerio’, presieduta da Adriano Papo. Sono stati invitati a intervenire all’incontro il console onorario dell’Ungheria per il Friuli Venezia Giulia, cavaliere Anna Rossi Illy, il presidente dell’Associazione caffè Trieste Massimiliano Fabian, il presidente del Trieste coffee cluster Furio Suggi. Gli onori di casa saranno tenuti dal presidente camerale commendatore Antonio Paoletti.

Con questo, saranno cinque i Musei europei di diversi paesi, collegati attraverso un parternariato incominciato nel 2004 nel corso della seconda edizione di TriestEspresso Expo, iniziato con il Museo della Probat Werke di Emmerich in Germania. Sempre nell’ambito della rassegna triestina sul caffè, due anni dopo, l’accordo è stato siglato con Caferama di Zuoz nel cantone dei Grigioni in Svizzera. Negli anni successivi è stata la volta del Museo del Caffè di Vienna, nel 2008, quindi nel 2010 con il Museo dell’Avventura Peugeot in Francia.

Quest’anno, ad esserne coinvolto, il pregiato Magyar Kereskedelmi és Vendéglátóipari Múzeum (Museo Ungherese del Commercio e della Ristorazione) di Budapest.

CURIOSITÀ DA TRIESTESPRESSO

UN CAFFÈ CON BOB MARLEY
Bob aveva un sogno, avere la propria coltivazione di caffè. Un sogno raccolto e realizzato dal figlio Rohan con la Marley Coffee, che produce la pregiata qualità Jamaica Blue Mountain, poi torrefatta e confezionata nel Regno Unito. La Marley Coffee e il suo caffè bio saranno a TriestEspresso Expo.

CAFFÈ “OSSIGENATO”
Una spuma di caffè “ossigenato”? Di certo una declinazione inusuale per il proprio espresso. La propone l’azienda Exar, che con il sistema Boliss arricchisce d’ossigeno in 30 secondi caffè espresso e solubile trasformandoli, appunto, in fresche mousse d’ossigeno, che aiuterebbero, spiega l’azienda, a mantenere la linea, ridurre la stanchezza, dare la carica per stare meglio.

UN LIBRO, UNA FOTO E UN BUON CAFFÈ
Il caffè spinge in giro per il mondo. Prima tappa Messico: il 24 ottobre al Museo Revoltella alle ore 18.00 (e poi nuovamente in fiera giovedì 25 alle ore 15.00 nello stand Sandalj) verrà presentato dall’autore Fulvio Eccardi il libro fotografico “Caffè meraviglia del Chiapas, Messico”. Sempre giovedì 25 ottobre, ma alle ore 11.00 nello stand Planet Coffee, si parlerà invece di “Cappuccino Italiano Latte Art”, che sta letteralmente girando il mondo, ambitissimo in Estremo Oriente, dove si trovano i più abili latte artist.
E ancora, per finire, una tappa in Guatemala con la mostra fotografica “Guatemala, tra misticismo e tradizioni”, a cura del fotografo Luca Rinaldini, nella Sala del Comune di Trieste ex AIAT, Piazza Unità d’Italia 4, con orario 10.00 – 13.00 e 16.00 – 19.00.

facebook

Lascia un commento

933