Udine: Federcaccia lancia “Cacce aperte” per scoprire cos’è la caccia

cacciaL’obiettivo è di diffondere l’emozione dell’attività venatoria. La sezione provinciale di Udine di Federcaccia lancia “Cacce aperte”, prima iniziativa in Italia, un modo per aprire il mondo della caccia a chi ne sa poco, se non nulla. «Vogliamo offrire un’immagine trasparente del cacciatore alla società», dice il presidente provinciale Adriano Piccoli.

L’associazione udinese sta diffondendo in questi giorni ai presidenti comunali delle sezioni, un centinaio, una lettera con la presentazione del progetto. Per aderirvi, prenotando l’uscita con i cacciatori di Federcaccia, che accompagneranno gli interessati per una giornata consentendo anche di scegliere tra le diverse forme di caccia, è a disposizione la segreteria (tel. 0432/522029, o e-mail a [email protected]) dal martedì al giovedì dalle 16 alle 19.30 e il venerdì dalle 14 alle 19.30.

«Abbiamo iniziato a progettare questa iniziativa la scorsa primavera – fa sapere Piccoli –. L’idea è quella di dare l’opportunità a giovani e meno giovani di conoscere più da vicino la caccia e il suo contesto. In sostanza, puntiamo ad avvicinare a questa disciplina chi non è cacciatore né simpatizzante del mondo venatorio».

L’intento non è di “formare” nuovi cacciatori, precisa il presidente, «ma di mostrarci per quello che siamo. Non abbiamo infatti niente da nascondere, anzi. Siamo fieri del nostro lavoro e del nostro impegno in favore della natura, della gestione, dell’incremento e miglioramento della fauna, compito tra l’altro che ci è attribuito dalla legge, della tutela della biodiversità, della difesa delle tradizioni rurali. L’accompagnare qualche persona in questa scoperta potrà forse rappresentare un piccolo sacrificio, che contiamo però possa essere ripagato sia in termini di amicizia o almeno di comprensione dell’ambiente venatorio.

 

845