Bearzi

Udine: la Camera di commercio investe sui giovani. Ecco nuovi bandi e concorsi per 1 milione 800 mila euro

21 giugno 2012 – Un piano strategico unico, un impegno straordinario a favore dei giovani, per sostenerli nel cogliere la sfida dell’imprenditoria e nella possibilità di mettere in pratica le proprie idee e progetti innovativi. Forte di un risparmio dato dalla buona gestione del bilancio 2011, «la Camera di Commercio di Udine vuole impegnare queste cospicue risorse, che nel complesso superano i 2 milioni di euro, in un’iniziativa davvero unica in regione, attraverso una serie di progetti e contributi, tutti dedicati all’impresa di giovani fra i 18 e i 30 anni – spiega il presidente camerale Giovanni Da Pozzo –. Se è facile dichiarare che bisogna puntare sui giovani, noi preferiamo passare subito dalle parole ai fatti, scegliendo con molta concretezza di mettere a loro disposizione un ventaglio di opportunità e confidando, così, di porci davvero dalla loro parte, di essere da stimolo alla sfida dell’imprenditoria, di aiutarli a credere nelle proprie possibilità, nella possibilità di crearsi un lavoro e di creare lavoro per altri. Riteniamo che in un momento come questo non si possa rimandare un’azione concreta, in un Paese con uno dei più elevati tassi di disoccupazione giovanile – secondo l’Ocse, in Italia ha raggiunto, nel marzo 2012, il 35,9%, pari a 534 mila senza lavoro tra i 15 e i 24 anni – e in una regione che ha ancora una bassa percentuale di imprese gestite da giovani. Come evidenziato da una recente elaborazione Infocamere, le aziende cui la partecipazione di under 35 è superiore al 50%, in Fvg, sono solamente l’8,4% del totale delle imprese, in una media italiana dell’11,4%».
Il grande progetto è stato presentato questa mattina (mercoledì 20 giugno) nella Sala Giunta della Cciaa, alla presenza dei presidenti dei Comitati camerali per l’imprenditoria femminile e giovanile, Enrica Gallo e Ivan Baiutti, nonché della dirigente scolastica dell’Istituto Malignani Ester Iannis e del direttore di Friuli Innovazione Fabio Feruglio, enti coinvolti in due delle iniziative del “pacchetto-giovani” targato Camera di Commercio. «Il bando che ci vede direttamente interessati – ha commentato Feruglio – rappresenta una boccata d’ossigeno per il nostro impegno nella gestione di incubatori e pre-incubatori d’impresa, consentendoci di far crescere ulteriormente le realtà innovative che accompagniamo nel loro sviluppo». Molto positivo anche il commento della Iannis, che ha sottolineato «l’importanza delle due parole-chiave del progetto della Camera di Commercio, ossia “giovani” e “innovazione”. Per dare un supporto concreto alla loro formazione, alla creazione e alla gestione della loro impresa e del loro lavoro».

Ecco dunque l’impegno straordinario che la Cciaa di Udine, con fondi propri, ramifica in svariate opportunità.

1. Contributi a sostegno dell’imprenditoria giovanile. Bando
Stanziamento: 1 milione di euro.
Tipologia: contributi in conto capitale; per un massimo del 70% della spesa ammissibile, con un limite minimo di spesa ammesso di 5 mila euro e un contributo concedibile massimo di 10 mila euro.
Beneficiari: impresa individuale gestita esclusivamente da giovani tra i 18 e i 30 anni, la società di persone e la società cooperativa costituite in misura non inferiore al 60 per cento da giovani fino a 30 anni, nonché la società di capitali le cui quote di partecipazione spettano in misura non inferiore ai 2/3 a giovani tra i 18 e i 30 anni e i cui organi di amministrazione sono costituiti per almeno 2/3 da giovani fino ad un età di 30 anni.
Presentazione domanda:dal 1° agosto 2012 ed entro il 31 dicembre 2012
Spese ammissibili: a) acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature; b) spese di installazione, trasporto e collaudo di impianti, macchinari ed attrezzature; c) spese relative ad arredi, compreso il trasporto e il montaggio; d) l’acquisto di hardware e di licenze software comprese le spese di installazione; e) l’acquisizione di consulenze per la creazione di un sito web , con esclusione dei canoni; f) spese notarili per l’avvio dell’impresa, con riferimento unicamente all’onorario; g) l’acquisizione di consulenze finalizzate all’avvio di attività d’impresa fino al 15% del totale di progetto; h) costi per partecipazione a fiere, esposizioni, manifestazioni economiche, limitatamente alle spese per quota di iscrizione alla manifestazione, affitto della superficie espositiva, allestimento, assicurazione, trasporto e spedizione di prodotti e materiali; i) materiale illustrativo relativo all’attività aziendale); l) l’acquisto di automezzi a condizione che gli stessi siano immatricolati come autocarri per il trasporto di materiale (categoria N1)

2. Credito: concessione di controgaranzia
Stanziamento: 600 mila euro.
Tipologia: Controgaranzia a fronte di garanzia Confidi (rilasciata per prestiti a finanziamento di spese sostenute/da sostenere dalle imprese per spese inerenti la propria attività di impresa).
Investimento dell’impresa massimo valutabile: 50 mila euro
Finanziamento massimo garantito: 40.000,00 (il 20% pari a 10.000,00 resta a carico dell’impresa)
Garanzia Confidi: 80% (32 mila massimo);
Controgaranzia della Camera di Commercio in regime de minimis: 40% dell’80% concesso dal Confidi (12.800,00 massimo); Finanziamento per un periodo massimo pari a 36 mesi
Beneficiari: Pmi della provincia di Udine, appartenenti all’imprenditoria giovanile costituite e iscritte al Registro imprese dal 1.1.2011 (sono considerati giovani gli imprenditori da 18 e fino a 30 anni).
Modalità e tempi di attuazione: Avviso di selezione Confidi e Convenzione entro settembre e
Bando camerale alle imprese a ottobre con termine per le domande massimo entro il 31 dicembre 2012.

3. Contributi a sostegno di nuove imprese innovative. Bando
Stanziamento: 200 mila euro.
Tipologia: Contributo a fondo perduto, in conto capitale, sulle spese sostenute e ritenute ammissibili per l’acquisizione di beni e servizi, nella percentuale massima del 70% della spesa ammissibile. Saranno esclusi i progetti con spesa ammissibile inferiore a 17 mila euro e il contributo concedibile non potrà, in ogni caso, superare i 30 mila euro per progetto.
Beneficiari: nuove imprese innovative che abbiano partecipato a progetti di pre-incubazione con sede nella provincia di Udine. In particolare, fra le caratteristiche previste all’art.5 del bando, i progetti di pre-incubazione devono essere realizzati da organismi incubatori che presentano le seguenti caratteristiche: a) si caratterizzano come servizio del Parco Scientifico e Tecnologico Provinciale o come società a sé stante; b) hanno una sede o un’unità locale in Friuli Venezia Giulia da non meno di 24 mesi; c) erogano servizi di pre-incubazione o incubazione d’impresa, quali supporto alla redazione di business plan, supporto nello sviluppo d’impresa, tutoring, mentoring, da almeno 24 mesi; d) hanno un periodo di incubazione delle imprese non superiore a 5 anni; e) hanno avuto un numero di imprese incubate non inferiore a 5.
Presentazione domanda: dal 1 luglio 2012 al 15 ottobre 2012
Spese ammissibili: Le spese ammissibili , sostenute dall’impresa attiva o comunque necessarie per l’avvio dell’attività, possono riguardare esclusivamente le tipologie: a) acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature; b) spese di installazione di impianti, macchinari ed attrezzature; c) spese relative ad arredi; d) spese per l’acquisto di materiali per la realizzazione di prototipi; e) spese per hardware e software; f) spese di affitto documentate dall’emissione di ricevute da parte del locatore (ammissibili solo nel caso in cui vengano sostenute per almeno 6 mesi, decorrenti dalla concessione del contributo); g) consulenze tecniche inerenti l’attività svolta e ricerche di mercato/marketing, per un massimo del 20% del totale della spesa complessiva dell’iniziativa per cui si richiede il contributo; h) spese per la realizzazione di uno specifico sito internet, con esclusione dei canoni; i) costi per partecipazione a fiere, esposizioni, manifestazioni economiche, limitatamente alle spese per quota di iscrizione alla manifestazione, affitto della superficie espositiva, allestimento, assicurazione, trasporto e spedizione di prodotti e materiali; l)materiale illustrativo relativo all’attività aziendale; m) consulenze per il deposito e registrazione di marchi, modelli e brevetti; n) spese notarili e di registrazione sostenute per la costituzione dell’impresa, con riferimento unicamente all’onorario.

4. Piano formativo per l’imprenditoria giovanile
Il progetto nasce a supporto del bando a sostegno dell’imprenditorialità giovanile (punto 1). L’obiettivo è dare la possibilità ai giovani di confrontarsi con realtà imprenditoriali già consolidate nel territorio regionale approfondendo aspetti legati alla gestione d’impresa e fornendo assistenza pratica e personalizzata ai giovani. Realizzato in collaborazione con l’Azienda speciale Ricerca&Formazione della Cciaa.
Tipologia: Il piano, dalla formula originale e innovativa, è strutturato in un percorso formativo in grado di accompagnare il giovane nelle fasi fondamentali della vita di un’impresa. Prevede in particolare 2 fasi:
a) visite in azienda – esempio di impresa di eccellenza;
c) coaching in impresa (ossia un percorso di assistenza personalizzata, con un contribuito di partecipazione, volto ad approfondire e sviluppare con l’aiuto di un esperto, gli aspetti imprenditoriali sui quali l’impresa intende puntare per migliorare la propria competitività sul mercato).
Beneficiari. Giovani imprenditori di età compresa tra i 18 ed i 30 anni che hanno recentemente avviato un’impresa.

5. Premio idea innovativa
Stanziamento: 50 mila euro, con accompagnamento per tre anni (25.000 euro, primo anno; 15.000, secondo anno; 10.000, terzo anno)
Tipologia: Concorso per promuovere e sostenere un’idea innovativa che presenti un elevato livello di creatività e si traduca in progetto imprenditoriale che possa contribuire allo sviluppo economico e sociale.
Beneficiari: Il concorso è rivolto a giovani che risiedono in provincia e intendono avviare un’impresa. Una commissione di valutazione, appositamente costituita, selezionerà le proposte progettuali, che dimostreranno di avere contenuti maggiormente innovativi e creativi.
Tempistiche: Bando a settembre.

6. Fondazione Istituto tecnico superiore A. Malignani di Udine
La Cciaa definirà un sostegno agli studenti impegnati nella partecipazione di stage aziendali nell’ambito dei due corsi di formazione dell’Istituto:
– tecnico superiore per l’automazione ed i sistemi meccatronici – meccanico e
automazione;
– tecnico superiore per l’automazione ed i sistemi meccatronici – manutenzione
aeromobili.

facebook

Lascia un commento

373