Bearzi

Udine: OCM vino, la CCIAA raccoglie adesioni

cciaaSono aperte le manifestazioni di interesse per il nuovo progetto Ocm vino: le imprese vinicole interessate possono inviare entro venerdì 3 aprile la propria “pre-iscrizione” allaCamera di Commercio di Udine che, fin dal 2010, rinnova annualmente la sua partecipazione al percorso. Ogni anno, infatti, grazie all’Ocm, è possibile per le imprese aderenti sviluppare la promozione su alcuni tra i principali mercati extraeuropei, i più promettenti per il vino. La Cciaa ha messo in piedi un format che sta dimostrando la sua efficacia: un’Ati (associazione temporanea d’imprese) che è diventata nel tempo la più grande rete italiana di imprese vinicole (da una ventina di aziende nel 2010 hanno superato le 40 in tutte le più recenti edizioni) guidata proprio dalla Cciaa, per affrontare con la forza dell’aggregazione e il coordinamento dell’ente camerale, tantissime iniziative, fiere, degustazioni, B2b in Paesi come gli Usa, primo mercato mondiale del vino, la Cina, la Russia e, l’ultimo anno, anche il Giappone.
Attualmente il Regolamento per l’annualità in corso prevede che il progetto si finanzi al 50% con fondi europei (stanziati poi tramite il Ministero delle politiche agricole e la Regione Fvg) e al 50% con fondi propri delle imprese, che nel caso dell’Ati promossa dalla Cciaa udinese possono scegliere in piena autonomia a quali iniziative promozionali allestero partecipare, ma muovendosi sempre con il “peso” e la competitività maggiori forniti dal network. Le azioni che si possono intraprendere spaziano da attività di promozione e pubblicità a campagne di informazione e promozione, dalla partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale ad altri strumenti di comunicazione (come siti internet, opuscoli, pieghevoli, degustazioni guidate incontri con operatori terzi), fino a ospitare incoming di operatori stranieri.

Le imprese interessate sono invitate a inviare la scheda di manifestazione di interesse presente su www.ud.camcom.it, segnalando i Paesi in cui riterrebbero importante avviare l’attività promozionale, nonché indicando l’importo dell’investimento previsto per ciascun Paese. Le informazioni raccolte saranno diffuse in occasione di un incontro collettivo che sarà convocato dopo la pubblicazione del bando per il nuovo progetto e successivamente si procederà con la raccolta delle adesioni definitive.

Informazioni, oltre che sul sito camerale, possono essere richieste allo 0432.273535 e a [email protected]

facebook
454