Udine: si progetta un rilancio per la Tresemane

santoroLa Tresemane, così è chiamato l’asse viario che collega Udine con Tricesimo, rappresenta uno dei cardini del possibile sviluppo del territorio, e dell’hinterland del capoluogo friulano. Per fare il punto sulle possibilità di recupero e valorizzazione dell’area, sotto il profilo urbanistico ed economico, gli assessori regionali alle Infrastrutture, Mariagrazia Santoro, all’Ambiente, Sara Vito, ed alle Autonomie Locali, Paolo Panontin, si sono incontrati a Udine, nella sede dell’Amministrazione, con i rappresentanti dei quattro Comuni interessati (Reana del Rojale, Tavagnacco, Tricesimo e Udine) e degli operatori economici dell’area, presenti il presidente di Informest, Enrico Bertossi. “Si è trattata di una riunione importante – ha detto Santoro – che fa seguito a un incontro della presidente Serracchiani finalizzato a delineare gli strumenti di intervento per la riqualificazione di un asse stradale, quello della Tresemane, che è stato uno dei primi assi commerciali della nostra Regione, caratterizzato da un elevato numero di attività economiche”. “Vi sono alcuni interventi che da tempo attendono di essere eseguiti, ha commentato Santoro – ma ora è importante definire un progetto di sviluppo tenendo conto delle nuove esigenze degli operatori per rendere sempre più competitivo questo asse stradale, e continuare a garantire posti di lavoro e attrattività a questi territori”. Gli amministratori e gli operatori presenti hanno espresso piena disponibilità a partecipare a un progetto pubblico privato che possa rilanciare l’asse viario e il relativo bacino. Ciò, attraverso la realizzazione di interventi di sistemazione e la creazione di strutture e servizi che possano favorirne la fruizione da parte dei cittadini dell’area interessata, e degli utenti di un sistema economico, quello della cosiddetta Tresemane, che dà lavoro a circa duemila persone

836