Bearzi

Udine: torna la festa dei nonni – 2 ottobre 2014

nonno_nipoteRitorna, giovedì 2 ottobre, la Festa dei nonni. Come ormai da tradizione – siamo arrivati alla quarta edizione – si tratta in realtà di un evento aperto anche ai nipoti. Stavolta non più con giochi e divertimento tra bocce e biciclette, ma con una serata di grande spettacolo al Palamostre di Udine in piazzale Diacono.

ATTIVITA’ E PROMOTORI

E’ ancora la 50&Più di Udine a lanciare un’iniziativa che ha avuto sin qui un notevole riscontro da parte dei nonni e dei nipoti, in una giornata tutta per loro. Anche in questa occasione, pur nell’ottica del rinnovamento, l’offerta copre le due diverse età. Ad affiancare l’associazione c’è il Comune di Udine, che o ffre il suo patrocinio alla manifestazione, e, come sponsor, la Maico.

IL PROGRAMMA

L’appuntamento, ha spiegato in conferenza stampa il coordinatore della manifestazione Guido De Michielis, è in programma giovedì 2 ottobre, a partire dalle 18, l’ora del ritrovo, nel Palamostre di piazza Diacono. Al saluto delle autorità, seguirà lo spettacolo del gruppo teatrale “Buine Blave di Mortean”, quindi l’intermezzo musicale del cantautore Dario Zampa e il gran finale con il bravissimo prestigiatore Lucien.

NONNI E NIPOTI

La 50&Più, fanno sapere il presidente Aldo Sbaiz e il vicepresidente Guido De Michielis, invita tutti i nonni e i nipoti di Udine e dintorni a partecipare alla serata. L’offerta è aperta previo ritiro dell’invito nella sede di viale Duodo.

LA PARTECIPAZIONE

«E’ un appuntamento che rinnoviamo di anno in anno – spiega Sbaiz – non sol o nel rispetto di una festività istituita ufficialmente, ma anche perché il riscontro è sempre molto positivo in termini di partecipazione e di soddisfazione delle proposte della 50&Più. Quest’anno abbiamo voluto cambiare formula per arricchire ulteriormente i contenuti di questa giornata».

IL VALORE DEI NONNI

«Sempre più spesso – dichiara l’assessore comunale alle Attività economiche e turistiche Alessandro Venanzi – i nonni svolgono un ruolo importantissimo e fondamentale, sia sotto il profilo sociale, sia economico. Le giovani generazioni di famiglie, infatti, non riuscirebbero a sostenere spesso il carico economico e le difficoltà della crisi se non avessero il sostegno dei nonni. Ecco perché il Comune non può che essere dalla loro parte e dare il proprio contributo alla grande festa a loro giustamente dedicata».

facebook
1.053