Bearzi

Udinese: Benatia, possiamo lottare per Europa. Sirene inglesi per Sanchez

benatia esultaMonsieur Benatia se lo lascia scappare, incalzato dalle domande, l’Udinese con la squadra che ha può arrivare subito dopo le grandi e quindi può lottare e deve lottare per un posto in Europa.“La salvezza resta il primo obiettivo, ma possiamo lottare per un posto in Europa perché abbiamo giocatori importanti. Dobbiamo arrivare dietro alle grandi della Serie A”. La bella sorpresa del campionato friulano porta il nome del difensore marocchino autore anche di due gol in questa parte di campionato (oltre a tre legni). Il centrale difensivo che soffre da un po’ di tempo di un piccolo malanno alla coscia è stato comunque protagonsita di un eccezionale inizio campionato: “Abbiamo conquistato 23 punti e ho già collezionato 14 presenze in Serie A. Nemmeno io mi aspettavo di iniziare in questo modo la mia avventura in Italia. Sono contento e so di dover lavorare ancora molto sulla tecnica e sulla tattica. Per me giocare esterno di destra in difesa è più difficile perché non sono abituato. Fisicamente sto bene, soffro un leggero fastidio agli adduttori, ma non è niente di grave. La pausa mi farà bene”.

L’obiettivo si sposta sul match di domenica all’ora di pranzo “Nell’ultima trasferta abbiamo fatto male; 23 punti a questo punto della stagione sono un buon bottino, ma dal punto di vista del gioco dobbiamo fare meglio. A Parma la nostra prestazione è stata opaca, ma avremmo potuto pareggiare. Forse ci manca qualche punto, ma credo che nell’arco di un anno tutto si equilibra. Troveremo i biancocelesti arrabbiati per la sconfitta subita a Torino”. Benatia si troverà probabilmente faccia a faccia con un clietne difficile come Mauro Zarate ma il marocchino non sembra preoccuparsi delle finte del campione laziale: “L’argentino non mi fa paura, è un grande giocatore, ma se sono concentrato e la squadra gioca bene, credo di potermela cavare anche contro di lui. Eto’o è l’attaccante più forte che ho incontrato, un giocatore di gran classe, veloce, tecnico e con senso del gol. Totò è eccezionale, aspetta la palla e quando gli arriva la butta dentro. Se si gira con i pallone tra i piedi fa sempre gol. Quando lo marco in allenamento si arrabbia perché sono un po’ troppo ruvido con lui”.

L’ultimo riferimento è a Sanchez “Il Nino, se possibile, è ancora più veloce e più difficile da marcare di Totò. Ha una gran tecnica ed è molto giovane, se si mette a segnare come Di Natale diventa un giocatore da top club”.

E in effetti il procuratore di Sanchez si sarebbe rifatto vivo sulla querelle Nino- Manchester Utd. Il Daily Mirror riporta una dichiarazione dell’agente secondo la quale “”Il Manchester United sta seguendo da tempo Sanchez  e potrebbe puntarlo concretamente. La Premier League sarebbe una piazza gradita al giovane “. Insomma lì’affare si potrà concretizzare. Anche se a Udine nessuno crede che si farà a gennaio

col contributo di Udinese.it

facebook

Lascia un commento

255