Udinese: Delneri fumata nera, derby Strama-Maran

stramaccioniE’ saltato dunque l’accordo, che sembrava ormai raggiunto, fra l’Udinese e Luigi Delneri il tecnico di Aquileia con esperienze su molte panchine di tutto il paese. A dividere le parti sarebbe stato l’accordo sullo staff: l’Udinese ha già a busta paga un nutrito gruppo di collaboratori con contratto fino al 2015 reduce dall’era Guidolin (anche lui ancora a carico della società dei Pozzo) e non era intenzionato ad accogliere gli uomini di fiducia di Delneri. Non solo: secondo alcune fonti Delneri avrebbe richiesto alla società “garanzie” sull’acquisto di esterni d’attacco di livello e di Quagliarella con il quale aveva condiviso un periodo felice alla Juve prima dell’infortunio dell’ex-Udinese. Una notizia questa che farebbe propendere per la volontà di Delneri di non sedersi sulla panchina dell’Udinese e di rompere le trattative: quale allenatore può pensare di venire a Udine e chiedere di comprare giocatori (ultratrentenni fra l’altro)? Nessun tecnico italiano si siederebbe al tavolo coi Pozzo con il presupposto di farli spendere su giocatori “pronti” e non su giovani promesse.

Ricomincia la caccia a un nuovo tecnico per raccogliere l’eredità di Guidolin: i nomi son gli stessi di 5 giorni fa con la rosa che ha perso un petalo: Stramaccioni, Maran, Reja più le ipotesi esotiche Walem e Sensini. La rosa appare ora ristretta ai primi tre senza dimenticare che voci di corridoio indicano nell’ex nerazzurro il preferito di Gino Pozzo. Se Delneri era stata la scelta di Pozzo senior può essere che questa volta tocchi al figlio esercitare il diritto di scelta. Se le cose dovessero stare così si profilerebbe un derby Stramaccioni-Maran con Reja in secondo piano.

  • STRAMA è un tecnico versatile sui moduli, fuori dal giro da un anno e che potrebbe accettare di lavorare con uno staff “non suo”. A suo sfavore l’ingaggio con i nerazzurri (1.300 mila euro) che l’Udinese non potrà mai riconoscergli. Prima quindi ci dovrebbe essere una risoluzione con l’Inter (che ovviamente accetterebbe subito) e poi l’accordo con l’Udinese. Probabilità 50%
  • MARAN è un allenatore che ha sempre privilegiato il 4-3-3 e quindi incontra il favore della visione più spregiudicata dell’Udinese. Stipendio nei “canoni” friulani potrebbe anche lui accettare lo staff che fu di Guidolin di fronte alla possibilità di rientrare nel giro che conta e a livelli a cui lui non era mai arrivato. Probabilità 30%
  • REJA appariva una alternativa a Delneri per esperienza: friulano come lui, più duttile nella gestione del modulo è attualmente il tecnico della Lazio, società che come da tradizione è nel caos societario; Probabilità 10%
  • ALTRI nomi se ne fanno: la famosa pista straniera porta a Walem e Sensini, il Messaggero Veneto suggerisce anche quelli di Ferrara e Diego Lopez. Sembra sfumata la pista che portava a Pioli. Probabilità 2% a testa
615