Udinese: emergenza in difesa, domenica in trasferta col Genoa si torna a 4? Rebus centrocampo

guidolin genoaSarà lo Stadio Marassi di Genova il teatro della prossima sfida per i bianconeri che a quota 36 punti inseguono ora la lotta per l’Europa aldilà delle prudenze di Guidolin. Visto l’ottimo rendimento casalingo se si vuole tornare a volare in Europa l’Udinese dovrà forzatamente trovare qualche colpo esterno. Il Genoa,al terzo allenatore di questa stagione , cerca punti salvezza ed è probabile che arrivi col coltello fra i denti. L’Udinese oltre che dagli avversari dovrà anche guardarsi dalle asenze davvero numerose che potrebbero nuovamente costringere la squadra in emergenza. Danilo è squalificato, Heurtaux reduce da una brutta storta in partitella che lo costringe ad allenarsi a parte, Domizzi  influenzato. Una improvvisa carenza di difensori che mette in preallarme Guidolin. A disposizione resterebbero solo Benatia e Angella. Il recupero di Domizzi non appare impossibile ma in caso contrario è probabile che Guidolin torni a proporre la retroguardia a quattro con arretramento di Basta in linea con Benatia, Angella e uno fra Pasquale e Gabriel Silva.

L’infortunio di Pinzi, che starà fuori un mese e mezzo rimescola le carte del centrocampo bianconero. A nostro avviso l’Udinese ha bisogno di giocare con almeno due centrocampisti con carttersitiche di interdizione. Con questo tipo di uomoini in campo la difesa ha subito meno gol che quando ha schierato mezzali “di gioco” come Lazzari e Pereyra. Ci sono 2 posti da assegnare visto che Allan da centrale è pressochè intoccabile.

Con difesa a 3: sugli esterni Pasquale (Gabreil Silva) e Basta, Allan centrale le due mezzali potrebbero essere Lazzari (al rientro) e Pereyra. Ma l’argentino ha dimostrato di fare molto bene anche da trequartista. C’è anche la possibilità di vedere Badu, rientrato dalla Coppa d’Africa, al posto di Pinzi. Sullo sfondo anche Merkel, che però è considerato mezzala sinistra, e Rodriguez Berrini; appena arrivato ma è stato preso per sostituire Willians, per cui in questo mese e mezzo senza Pinzi avrà le sue possibilità. Il tutto considerando la coppia Muriel-Di Natale in attacco.

Non va scartata l’ipotesi, anche se lo vediamo come schema casalingo, che Guidolin riproponga il 3-4-2-1 di domenica scorsa con la semplice sostituzione di Pinzi con Badu e la riproposizione di Pereyra e Maicosuel da trequartisti. E’ un tipo di gioco molto propositivo che l’Udinese ha fatto a fatica a sostenere coll’andar dei minuti contro il Genoa e in più significherebbe la rinuncia a Lazzari (che Guidolin ha fatto giocare praticamente sempre) e Muriel, che alla seconda panchina consecutiva diventerebbe un caso.

Con difesa a 4: schierandosi a 4 dietro Guidolin potrebbe optare per Lazzari e Pereyra esterni con Allan e Badu centrali oppure, scegliendo il 4-3-1-2, centrocampo con Lazzari, Allan, Badu e Pereyra (o Maicosuel) dietro Muriel e Di Natale

In ogni caso se in difesa c’è qualche difficoltà davanti c’è abbondanza con parecchi uomini a giocarsi un’unica maglia

 

347