Bearzi

Udinese: oggi doppia amichevole con Giorgione e Pordenone

udinese 2014-15 allenamento-1Dopo l’interruzione improvvisa della tourneé inglese i bianconeri ripartono da due amichevoli nello stesso giorno per cercare di capire chi può far parte della rosa di Mister Stramaccioni e chi dovrà cercare fortuna da altre parti. La partita delle 16 si disputerà al Bruseschi contro il Giorgione mentre l’altra si disputerà a Lignano allo stadio Teghil contro il neopromosso in legapro Pordenone. Un derby che mette di fronte le due squadre di massimo livello attualmente in regione.
Intanto ieri è arrivato un nuovo giocatore: si tratta di Ivan Piris, paraguaiano dell’89 con un passato anche alla Roma. Si tratta di un difensore esterno destro che può adattarsi anche a giocare come terzo di difesa. L’arrivo del paraguiano sembra quindi da leggere come inserimento di una riserva di Widmer visto che Faraoni sembra destinato a lasciare il Friuli.
Ottime sensazioni ha destato il portiere greco Karnezis arrivato dal Granada dopo un mondiale a buon livello che è andato a rimpolpare l’abbondantissimo settore dei portieri dove oltre al greco ci sono anche Scuffet, Brkic, Benussi e Kelava. Sembra ovvio che ci dovrà essere una notevole sforbiciata considerando che in Primavera c’è Alex Meret che può tranquillamente fare da terzo portiere in caso di necessità.
In difesa dato per scontato la conferma del trio titolare Heurtaux-Danilo-Domizzi (che comunque l’anno scorso ha subito 57 gol meglio non dimenticarlo) dovrebbero essersi guadagnati il posto in rosa Bubnjic e Belmonte. Occhio a Bochniewicz che è dotato di ottima capacità di palleggio.
Centrocampo affollattissimo: a destra il titolare indiscusso pare essere Widmer con Piris come riserva e Faraoni sul piede di partenza. A sinistra considerato che Armero verrà sicuramente ceduto (si parla del Milan)rimangono in 4 per due posti: Gabriel Silva, il cavallo di ritorno Pasquale, l’esperto Riera e il giovane e dirompente Alhassan. Dalla fascia sinistra potrebbe arrivare qualche sorpresa.
Per i tre ruoli di centrocampo come per gli altri ruoli li traffico sembra regnare sovrano: Bruno Fernandes sembra essere destinato a giocare regista con Guilherme come riserva; più difficile vederli entrambi in campo come accaduto a Watford. Con il posto di centrale occupato da un regista Allan (in formissima) sembra destinato a giocare da mezzala in concorrenza con Badu e Pinzi; Pinzi che è quello con le maggiori capacità di inserimento è anche quello più versatile potendo giocare anche mezzo sinistro. Una finestrella di speranza come mezzala anche per Riera che ha denotato grandi capacità tecniche ma non sembra eccellere (diciamo così) per dinamismo.
In attacco un posto è occupato da Di Natale che ha dimostrato di avere ancora il piglio migliore di tutti sottoporta anche se, lo sottolineiamo, ha trovato il gol contro la Dinamo Mosca con due prodezze personali che ben poco hanno a che fare con il gioco di squadra.
L’altra maglia da titolare sarà in ballottaggio fra Muriel e Thereau. Il colombiano è sembrato molto voglioso ma davvero porco preciso sottoporta mentre il francese ha denotato le capacità che tutti gli riconoscevano di “Ibra dei poveri”. Nico Lopez potrebbe essere ceduto per evitargli lunghe domeniche in panchina; destino possibile anche per Zielinski

facebook
549