Bearzi

Università di Udine lancia il nuovo sito

UNIVERSITA-UDINE
Da mercoledì 18 marzo è online il nuovo sito web dell’Università di Udine. L’indirizzo resta lo stesso – www.uniud.it -, ma la grafica è cambiata, l’impostazione generale è stata ripensata e i contenuti sono stati arricchiti, sia per raccontare l’ateneo inserito nel suo territorio di riferimento, sia per potenziare le esigenze di comunicazione interna. L’home page è organizzata in cinque grandi aree tematiche e sette diversi percorsi riservati alle tipologie di utenti dell’ateneo: due sistemi di navigazione che permettono un più facile e diretto reperimento delle informazioni. Il sistema dell’informazione complessiva è stata snellita, visto che il nuovo sito contiene circa 10 mila oggetti a fronte dei 60 mila del precedente. Il nuovo sito sarà disponibile dalle 9 del 18 marzo e nella prima giornata potrebbero esserci alcuni malfunzionamenti o interruzioni momentanee dovuti alla fase di messa online completa.

“Il nuovo sito vuole rappresentare un nuovo modo di lavorare all’interno dell’ateneo ma anche un luogo in cui fare networking con il sistema culturale cittadino – sottolinea il rettore Alberto Felice De Toni -. Il modello è stato scelto dopo aver analizzato numerosi siti web a livello sia nazionale sia internazionale. Speriamo di aver scelto bene, perché il nostro obiettivo è quello di rivolgerci non solo agli studenti e al personale, ma anche al territorio e al sistema culturale. L’organizzazione dell’accesso delle informazioni è stata completamente rivista – continua il rettore –, così come l’integrazione con strumenti multimediali audio e video. È un lavoro durato nove mesi che ha coinvolto un gruppo di informatici, grafici ed esperti di comunicazione e rappresenta anche un’esperienza interessante del modo di lavorare dell’ateneo, visto che ci saranno un centinaio di persone che dovranno aggiornare i contenuti”.

Nuova architettura. In primo piano sull’home page scorrono le immagini e i titoli di cinque notizie in primo piano, che raccontano l’ateneo e il suo universo di riferimento. Per conoscere attività e servizi dell’ateneo, l’utente avrà due possibilità. La prima è quella di accedere alla sezione Ateneo, a sua volta è suddivisa in cinque sottosezioni – “Uniud”, “Didattica”, “Ricerca”, “Servizi” e “Uniud International” – che raccolgono i contenuti sull’organizzazione e i servizi e si rivolgono a tutte le persone che vogliono conoscere l’Università di Udine ma che non fanno ancora parte della sua comunità di riferimento. La seconda è cliccare su uno dei sette percorsi profilati di navigazione, che organizzano e selezionano le informazioni in base a un’utenza precisa e riconoscibile: c’è il percorso destinato ai futuri studenti dell’ateneo, quello per gli studenti già iscritti, quello specifico per il personale tecnico e amministrativo, per i docenti e ricercatori, per i laureati, e infine quello per le imprese e gli enti che collaborano con l’ateneo o sono interessati a farlo.

L’Università nella città. Il web non sarà soltanto la vetrina dell’università di Udine. Dall’home page si può accedere direttamente alle sezioni: “Città”, “Futuro”, “News” e “Cultura”. La sezione “Città” vuole dare un’idea concreta di quanto il territorio – da Udine a Gorizia a Pordenone -, possa offrire in termini turistici, di svago e di intrattenimento: cosa c’è da sapere e da vedere, quali sono gli enti di riferimento e eventuali opportunità riservate alle comunità universitaria, quali sono le iniziative più importanti in cui anche l’ateneo è coinvolto. La sezione “Futuro” punta a descrivere la produttività economica del territorio e tutto quello che si riferisce al mondo del lavoro, dell’economia, della ricerca scientifica e del trasferimento tecnologico: l’obiettivo è presentare le eccellenze del territorio, privilegiando quelle che vedono attivo l’ateneo. “News” e “Cultura”, infine, sono i principali canali informativi dell’ateneo, dedicati alla cronaca universitaria e agli approfondimenti culturali. Se “News” rimanda al giornale online di ateneo Qui.Uniud, la sezione culturale vuole collegare e incrociare le diverse attività dell’università per favorire un approccio interdisciplinare alla conoscenza.

Periodo di transizione. Realizzato dal personale interno dell’ateneo, tramite un comitato di redazione di 11 persone che coordina la rete di circa 100 pubblicatori dell’ateneo, con il supporto per il concept design dello studio Cdm associati di Udine e della ditta informatica Abstract di Roma, il nuovo sito ospiterà per un periodo alcune pagine di quello precedente, che saranno sostituite un po’ alla volta. Un progetto specifico coinvolgerà le pagine dei Dipartimenti, che saranno completamente rinnovate. In questo periodo di transizione gli utenti avranno la possibilità di familiarizzare con la nuova navigazione.

“Con l’attivazione del nuovo sito web – sottolinea Pier Luca Montessoro, delegato del rettore all’informatica e alle Reti – si corona uno sforzo enorme sia sul piano tecnico che organizzativo. Sono stati completamente ridefiniti i modelli gestionali, l’organizzazione tecnica, le modalità di indicizzazione e di accesso ai contenuti. E non bisogna dimenticare che in tutti questi mesi anche il sito precedente è stato mantenuto aggiornato, quindi un plauso e un sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito a questo importante risultato. La prossima fase – continua Montessoro – coinvolgerà i siti dei dipartimenti e con essi un innovativo sistema di gestione delle informazioni relative, tra l’altro, alle competenze, alle attività e ai gruppi di ricerca. L’impostazione del nuovo sito è improntata alla sostenibilità e al continuo aggiornamento e miglioramento, in modo da essere un riferimento per la comunità accademica e per il territorio a cui appartiene”.

A regime, il sito sarà responsive, ovvero garantirà la fruibilità attraverso dispositivi mobili. Alla versione in lingua inglese, che sarà implementata progressivamente, si accede sia dall’icona in alto a destra sull’home page, sia da “Uniud International” all’interno della sezione “Ateneo”. L’ateneo organizzerà anche alcuni focus group con i portatori di interesse per verificare le possibilità di migliorare l’usabilità del sito. Tramite la pagina dei suggerimenti sull’home page, l’ateneo invita a segnalare eventuali errori e a inviare opinioni e proposte di miglioramento scrivendo a [email protected]

facebook
698