Bearzi

UTI: PANONTIN, LETTERA AD AMMINISTRATORI COMUNALI PER ATTUARE RIFORMA

Trieste, 5 lug – L’assessore regionale alle Autonomie locali e
al Coordinamento delle riforme Paolo Panontin ha inviato una
lettera a tutti gli Amministratori dei Comuni del Friuli Venezia
nella quale definisce i termini dell’applicazione della legge
26/2014 alla luce dell’accordo siglato dalla Regione e dall’Anci
lo scorso 21 giugno e auspica che la riforma trovi “un clima di
collaborazione e intesa”.

Nella missiva, inviata via pec, Panontin ricostruisce il lavoro
di mediazione portato avanti per dare avvio in maniera condivisa
al riordino del sistema Regione-Autonomie locali imperniato
sull’istituzione delle Unioni territoriali intercomunali (Uti).
L’assessore ricorda il Tavolo politico varato a marzo e rievoca i
passaggi che hanno portato a condividere le modifiche apportate
alla riforma. Panontin, nella missiva, annota “i passi indietro
della Regione, le aperture alle richieste dei sindaci, gli sforzi
per trovare una via che facesse partire una riforma necessaria e
urgente per lo sviluppo economico e sociale della nostra
Regione”.

Tra i punti di maggior rilievo, l’assessore evidenzia il
riconoscimento da parte dell’Anci della necessità delle Uti; la
cancellazione del Fondo perequativo 2016 unita al riconoscimento
che le Unioni devono essere le destinatarie degli investimenti
strategici; l’impegno ad attuare la riforma entro il 31 agosto
2016, ovvero entro il 31 dicembre 2016, come previsto
nell’accordo, previa verifica in sede locale delle condizioni
politico-amministrative per la partecipazione alle Uti. Da
quest’impegno, aggiunge Panontin, “discende che parlare di
“penalità” per il 2017 e 2018 è fuori luogo, poiché tutti i
Comuni, se l’accordo verrà rispettato, dall’1/1/2017 faranno
parte di un’Unione”.

L’assessore sottolinea, infine, che la lettera, indirizzata per
conoscenza anche a Anci e Uncem, è stata inviata “per informare
direttamente e nella massima trasparenza chi condivide la
responsabilità di amministrare e che, confido, comprenderà
sicuramente il valore di operare in un clima di collaborazione e
intesa nell’applicazione di questa importante riforma”.
ARC/PPH/ppd

Powered by WPeMatico

facebook
433