Capodanno a Gorizia: in 7000 in piazza per i fuochi

gorizia capodanno1

Gorizia, 1 gennaio 2013. Settemila persone hanno salutato l’arrivo del 2013 in piazza Vittoria. Polverizzato il record dello scorso anno, quando erano state poco più di 4 mila le presenze.

Il dato, rilevato attraverso telecamere e fotografie scattate a intervalli regolari dalle 23 alle 03.00 (calcolandone poi la densità), ha evidenziato inoltre come la folla si sia riversata anche nei tratti iniziali delle limitrofe vie Mameli e Oberdan per assistere allo spettacolo dei fuochi d’artificio. Il picco di presenze, come prevedibile, è stato registrato tra le 23.30 e le 00.30

Tutti con il naso all’insù per quasi mezz’ora, per non perdersi nemmeno un momento del suggestivo spettacolo pirotecnico (curato dalla Stabilimento pirotecnico FriulVeneto srl), durato 28 minuti e costato complessivamente 10 mila euro.

Una serie interminabile di botti e coreografie aeree che, tra i passaggi più spettacolari, ha avuto l’incendio del castello, quando una serie di “fontane” gialle e rosse hanno simulato le fiamme sulle mura del simbolo di Gorizia.

Uno spettacolo che, data la sua imponenza, è stato visibile anche fuori città.

L’ultimo botto di Capodanno ha dato, poi, il via al concerto degli eXes, la cover band udinese che per il secondo anno consecutivo si è esibita in piazza Vittoria (nonostante ci fosse anche una proposta per suonare in piazza del Plebiscito a Napoli). Oltre due ore di esibizione e spettacolari coreografie fiammeggianti hanno trascinato il pubblico nelle prime ore del 2013.

La festa, però, non si è esaurita con il concerto degli eXes, tanto che alle 3 del mattino l’ultimo rilevamento effettuato ha evidenziato la presenza di circa 4 mila persone.

«Sette mila persone – il commento di un soddisfatto Rodolfo Ziberna, assessore a Cultura ed Eventi del Comune di Gorizia -, quasi tremila in più rispetto allo scorso anno: possiamo dire che è stato un successo. È vero che le note condizioni economiche in cui versa il paese hanno convinto molte persone a festeggiare a casa il nuovo anno, ma non può certo essere questo l’unico motivo per cui piazza Vittoria era strapiena ieri sera. Non c’erano solo goriziani, tante sono state le persone che dalla provincia e anche dalla vicina Slovenia hanno raggiunto la nostra città per salutare l’arrivo del 2013, decretando così il successo dell’iniziativa. Una festa che, mi preme ricordarlo, è stata una festa di tutti e per tutti, come confermato dalla presenza di tantissimi giovani e di tante famiglie in piazza Vittoria per assistere allo spettacolo pirotecnico. È stata una bellissima serata e il merito va spartito tra tutte le parti in causa: dall’associazione goriziana allinclusive che ha curato l’evento alle forze dell’ordine che hanno garantito il servizio di sicurezza, senza dimenticare i volontari della Protezione civile di Gorizia e il personale comunale. Certo, qualche maleducato che non ha rispettato il divieto di sparare fuochi artificiali privati c’è stato, ma nel complesso tutto è filato liscio: è stato veramente un bel modo di salutare il nuovo anno, Gorizia e i goriziani se lo meritavano».

È nato Vivi Gorizia. Allo scoccare della mezzanotte è stato lanciato on-line Vivi Gorizia (www.vivigorizia.com), il primo portale interamente dedicato alle attività commerciali e di intrattenimento del capoluogo isontino. Creato con l’intento di soddisfare le esigenze di tutti gli utenti facendo conoscere anche l’offerta del territorio, il portale (che vanta il patrocinio del Comune di Gorizia) promuove spazi personali visibili su cartine per proposte sia in formato web che cartaceo, offrendo la possibilità di inserire anche pubblicità e promozioni proprie.

gorizia capodanno2

681