Bearzi

Cervignano Film Festival 2014. I vincitori

Cervignano Film Festival 2014
Cervignano – Grande successo per la seconda edizione di Cervignano Film Festival, che premia il cinema del limite e del confine. La rassegna, che il Ricreatorio San Michele organizza con il Comune di Cervignano, ha assegnato ieri, sabato 27 settembre, il Premio Cervo d’Oro all’opera in concorso che attraverso vari codici stilistici, tra finzione e documentario, affronta meglio la problematicità nello stabilire limiti e confini precisi di genere e di format.
Ha vinto il documentario italiano America di Alessandro Stevanon, con Giuseppe D’Angelo Bertuna, che racconta una vita immaginata a far correre i nani, fatta di castelli in aria e amorevoli gesti terreni, vissuta in un altro cortile, un altro mondo, a un passo dall’eternità.
«Con un inedito racconto del sogno americano – commenta la giuria composta da Beatrice Fiorentino, Alberto Fasulo e Lorenzo Bianchini – America ci ha permesso di sentire il palpito emotivo di un uomo e della sua generazione che ha vissuto sulla propria pelle una forte disillusione, attraverso un linguaggio cinematografico che supera il limitato discorso del documentario e della finzione».
Il premio della giuria, intitolato a Pier Paolo Pasolini, va a More Than Two Hours dell’iraniano Ali Asgari, che ha raggiunto Cervignano per la premiazione. Miglior regia – ovvero il Premio Shootools – se lo aggiudica Mienin di David Cordero e il riconoscimento alla miglior sceneggiatura a Bella Di Notte di Paolo Zucca; la miglior fotografia è di Janvier, di Pier Paolo Patti mentre è dello stesso cortometraggio l’attore a cui è stato consegnato il premio come miglior interprete maschile, Didier Daimonax. Il riconoscimento alla miglior interprete femminile va a Christelle Cornil dell’opera Electric Indigo. Premio speciale “Finestra sul cinema Fvg” a The editing, di Andrea Cerovac. Il pubblico ha invece premiato Lego assault on the police station, di Andrea Baldini.
Per la sezione videoclip invece il Premio Cervo d’Oro va alla canzone Impressionisti dei Freak Opera, autore del video è Pier Paolo Patti. Per la sezione Fvg vince invece la canzone Formigole di Toni Bruna, per la regia di Fabio Capalbo, mentre il premio speciale della giuria – composta da Mario Mariani, Alessandro Seravalle e presieduta da Michele Poletto – va alla canzone Sons dei Concorde i cui autori sono Alexis Beaumont & Rémi Godin. Infine il Cervo d’oro al miglior film scolastico va a All in di Riccardo Marchese dell’Istituto ‘Ascanio Sobrero’ di Casale Monferrato.
Consegnato anche il Premio speciale alla carriera Michel Gondry” a Carla Bissi, in arte Alice, per aver saputo diversificare la sua proposta artistica, riuscendo a tenere insieme in perfetta armonia da una parte una ricerca musicale coltissima e di grande originalità – che ha spaziato dall’avanguardia alla musica sacra – e dall’altra una dimensione più pop, ma altrettanto rilevante.
«Siamo orgogliosi di aver offerto a Cervignano e alla bassa friulana – dichiara Andrea Doncovio, presidente del Ricreatorio San Michele – sei giorni di cultura ad altissimo livello. Gli attestati di stima e di ringraziamento ricevuti sia dal pubblico che dai partecipanti al concorso giunti in città da ogni parti d’Italia e dall’estero, sono la conferma più chiara e lampante del successo ottenuto».
Il Cervignano Film Festival si conclude oggi domenica 28 settembre alle 17.30 in Sala Aurora con Cff Rewind, la proiezione di tutte le opere premiate; e alle 21, il film fuori concorso Tir di Alberto Fasul

facebook
804