Bearzi

Focus sesso provincia Udine: 30% degli intervistati non si protegge

sex
Un terzo del campione di 1.172 persone intervistate in provincia di Udine – uomini e donne, di cui l’85% under 35 – non ha usato alcuna protezione sperimentando il primo rapporto sessuale, benché l’età media in cui è avvenuta la prima esperienza superasse i 18 anni. E’ uno dei dati emersi dal questionario ”In my Bed”, progettato dal gruppo ”Vicino/Lontano Off” per un’indagine sulla sessualità vissuta in particolare dai giovani friulani, con l’Università di Udine, che ha inaugurato “Vicino/Lontano”, il festival culturale quest’anno dedicato al tema ”Totem e Tabù”. Il 30% degli intervistati non si protegge adeguatamente dalle malattie a trasmissione sessuale, il 22% (1 intervistato su 5) ha raccontato di aver subito attenzioni sessuali dagli adulti quando era piccolo: si tratta in prevalenza di donne, 27%, contro il 10% di uomini. L’80% degli over 40 non ha mai seguito corsi di educazione sessuale, contro il 16% degli under 19. Il 99% sa che l’AIDS è sessualmente trasmissibile, ma solo il 56% pensa che lo sia anche l’epatite. A illustrare i dati è stato Paolo Ermano, docente all’Università di Udine e coordinatore del gruppo Vicino/Lontano Off, con Alberto Asquini e Francesco Pascolini di FederFarma Udine e Friuli Venezia Giulia. ”Un dato preoccupante a nostro avviso – hanno sottolineato – è che solo l’8% del campione ha detto di rivolgersi al personale medico e sanitario per informarsi ad esempio sulle malattie sessualmente trasmissibili o sui farmaci, mentre Internet e la cerchia amicale sono le principali fonti di informazioni legate alla sfera sessuale”. Per sottolineare il ruolo della farmacia come luogo di ascolto e di incontro, grazie alla partnership tra il festival e FederFarma, da lunedì 11 maggio in tutte le farmacie della provincia di Udine sarà possibile trovare una brochure (10.000 i pezzi stampati) con una sintesi dei dati di ”In my bed”, e informazioni in tema di giovani, sesso, salute e prevenzione. ”Argomenti importanti – hanno commentato i farmacisti – a fronte di una sempre maggiore incidenza della malattie sessualmente trasmissibili negli ultimi anni”.

facebook
1.117