Udine

Ice Hockey: Pontebba – Val di Fassa

aquile fvg

È ancora una volta un tiro dell’ex capitano del Pontebba, Stefano Margoni – così come accaduto esattamente due mesi fa – a decidere il derby tra Aquile, interrompendo la striscia di tre vittorie consecutive delle Ice Hockey Aquile FVG. La sfida tra Val di Fassa e friulani è stata condizionata dal grande valore dei punti in palio con entrambe le formazioni contratte perché consapevoli, in caso di bottino pieno, di poter staccare quasi matematicamente il biglietto per i playoff.

L’influenza mette ko un elemento per parte (Rigoni tra le Aquile friulane, Caudron tra quelle ladine) con il match che parte in maniera fin troppo macchinosa su entrambi i fronti. Margoni e Locatin danno il la alle ostilità imitati poi da Rizzo che, dopo uno scambio con Monych, non trova la porta difesa da Doyle. Il risultato non schioda dallo zero a zero iniziale neppure durante le sei superiorità numeriche concesse dalla coppia arbitrale composta da Gastaldelli e Pianezze. A rischiare maggiormente, in realtà, è sempre la squadra con l’uomo in più: Monych da un lato e Locatin dall’altro sono i più pericolosi.

Brividi a inizio drittel centrale nella retroguardia fassana per un errore che per poco non mette Felicetti in condizione di andare a rete. La partita non è nervosa eppure continuano a fioccare le penalità anche se i powerplay rimangono sterili su entrambi i fronti. Il Val di Fassa mantiene di più il contro del puck senza che questo però si traduca in una reale superiorità sul ghiaccio; ne viene fuori una partita bruttina con i goalie raramente impegnati in maniera decisiva. Alla fine sono i friulani a rompere l’equilibrio: Dufresne (18.01) capitalizza al meglio un assist dell’ex Felicetti. Poco dopo, sull’onda del vantaggio, è pericolosissimo Guerin con Doyle chiamato al primo vero intervento risolutore. Sulla sirena è Sullivan a divorarsi l’occasione per il clamoroso pareggio su un rebound concesso da Hocevar.

Pontebba altrettanto sciupone al 5′ del drittel finale quando non approfitta di una doppia superiorità numerica, imitato poco dopo dai padroni di casa (Felicetti in panca puniti). Il pareggio è però nell’aria e arriva ugualmente (11.54) su deviazione di Iori dopo una conclusione di Delladio nel traffico. Il finale dei ladini è tambureggiante con la retroguardia bianconera chiamata agli straordinari; un monumentale Hocevar salva per diverse volte il risultato con i trentini a spingere anche in doppio powerplay. C’è anche il Pontebba e l’intervento miracoloso di Doyle a un minuto dalla fine, su conclusione di Lutz, spinge i due team all’overtime. Il supplementare, come detto, è deciso da Margoni che così può festeggiare la propria seconda rivincita personale contro la sua ex squadra.

È ANCORA L’EX MARGONI A DECIDERE IL DERBY TRA AQUILE

Alba di Canazei (Tn), 27 gennaio 2011 – L’ex capitano del Pontebba, come accaduto due mesi fa, sigla, all’overtime, la rete che regala al Val di Fassa la vittoria

SHC VAL DI FASSA – ICE HOCKEY AQUILE FVG 2:1ot (0:0, 0:1, 1:0, 1:0)

Reti: 38.01 (0:1) Dufresne (Felicetti/Endicott), 51.54 (1:1) Iori (Delladio/Nemecek), 61.55 (2:1) Margoni (Giudice/Sullivan)

Tiri: SHC Val di Fassa 34 (10, 12, 10, 2) – Ice Hockey Aquile FVG 19 (5, 7, 6, 1)

Penalità: SHC Val di Fassa 10 (4, 2, 4) – Ice Hockey Aquile FVG 20 (8, 4, 8)

Spettatori: 1.021

Sportiva Hockey Club Val di Fassa: Doyle (Menguzzato); Wilford, Nemecek, Delladio, Sullivan, Dantone, Manfroi; Iori, Piffer, Andergasssen, Locatin, Planchensteiner, Giudice, Smith, Bernard, Margoni, Edwardson, Castlunger. Coach: Miroslav Frycer

Ice Hockey Aquile FVG: Hocevar (Camin); Tavzelj, Dufresne, Marchetti, Lutz, Ambrosi, Nicoletti; Nicolao, Guerin, Pittis, Endicott, Felicetti, Stampfer, Monych, Lavrentiev, Piva, Rizzo. Coach: Tom Pokel

Arbitri: Gastaldelli/Pianezze (Lazzeri/Pardatscher)

foto Maurizio Condolo

facebook
858