Bearzi

Pordenonelegge: la Festa del Libro con gli Autori al centro di importanti iniziative in Europee

GM
Sempre più internazionale pordenonelegge, la Festa del Libro con gli Autori al centro di importanti iniziative in Europa: nei giorni scorsi il Direttore Artistico del festival, lo scrittore e poeta Gian Mario Villalta, è stato protagonista della tavola rotonda promossa dall’Istituto Italiano di Cultura di Berlino sul tema Letteratura e Festival della Cultura in Italia. I motivi di una storia di successo. Un incontro promosso ai massimi vertici della cultura nazionale, nell’ambito del ciclo di eventi #eccellenzeculturali organizzato dall’Istituto. Con Gian Mario Villalta, coordinati dal responsabile dell’inserto domenicale de Il Sole 24 Ore Armando Massarenti, si sono confrontati i rappresentanti del Festival della Scienza di Genova Vittorio Bo, del Festivaletteratura di Mantova Paolo Polettini e del Literaturfestival di Berlino Ulrich Schreiber. «Probabilmente in Italia manca ancora la percezione dell’appeal che gli eventi culturali italiani esercitano oltre confine – spiega Gian Mario Villalta – Invece proprio a Berlino abbiamo avuto conferma che ai lettori dei giornali tedeschi suonano familiari i nomi dei famosi Festival della Letteratura e della Cultura in Italia, come pordenonelegge. Un auspicio di futuro per il Paese, a dispetto dell’empasse in cui da troppo tempo si dibatte la nostra Italia, pur capace di sprigionare energie innovative e poliedriche sulla scena culturale e letteraria d’Europa».
«Ulteriore conferma di questa brillante reputazione culturale di cui gode l’Italia, e nello specifico la Festa del Libro di Pordenone – dichiara il Presidente della Fondazione Pordenonelegge.it Giovanni Pavan – è legata alle ottime relazioni avviate negli ultimi anni con l’Edinburgh International Book Festival (Regno Unito) e con gli omologhi festival letterari Etonnants Voyageurs (Francia), Het beschrijf (Belgio), Fundacja Tygodnika Powszechnego (Cracovia, Polonia) e con la Facoltà di Letteratura e Spettacolo dell’Università di Edinburgo. Con loro ci siamo a lungo confrontati sui temi comuni legati all’organizzazione dei festival. Anche in questo caso abbiamo apportato la nostra esperienza di agenzia culturale per la promozione della letteratura e della poesia: un know how importante da condividere e un valore aggiunto da comunicare in Europa attraverso il palcoscenico degli Istituti italiani di cultura che sono vetrina preziosa per le eccellenze italiane, come pordenonelegge».

facebook
894