Bearzi

Progettazione della nuova viabilità della Bassa Friulana

nuova viabilità
Un duplice apprezzamento: per aver operato in sinergia (e in modo proficuo) e per aver delineato una proposta che sarà utile nella stesura del nuovo piano provinciale della viabilità. Lo ha rivolto il Vicepresidente della Provincia di Udine, Fabio Marchetti ai rappresentanti dei Comuni della Bassa Friulana (Ruda, Terzo D’Aquileia, Aquileia, Cervignano, Villa Vicentina e Fiumicello) che oggi – martedì 1 marzo – hanno presentato ufficialmente le nuove ipotesi per la gestione della viabilità nelle zone di competenza durante un incontro a palazzo Belgrado. A delineare lo sviluppo futuro del traffico, l’ingegnere Fiorella Honsell, profonda conoscitrice della viabilità provinciale alla quale i sei Comuni, in maniera autonoma, hanno affidato l’incarico di inquadrare le possibili migliorie alla viabilità locale, attraverso la realizzazione di nuovi tracciati ma anche mediante l’utilizzo di sedimi già in uso. «Un pregevole lavoro di squadra sintetizzato in uno studio approfondito sui flussi di traffico – ha dichiarato Marchetti – frutto di una visione d’insieme e di un’analisi trasversale di esigenze e criticità. Un modus operandi da prendere come esempio anche in altre zone della provincia con problemi, ancora irrisolti, legati alla viabilità. Trovare un accordo su tematiche così delicate come i collegamenti e la realizzazione di nuove opere non è facile. Questi Comuni, invece, hanno saputo fare sintesi, valutare le esigenze e le criticità di ognuno e trasferirle in un piano organico che ridisegnerà la gestione del traffico in quel territorio dove gli scenari sono destinati a profondi mutamenti e chi vive il territorio lo sa bene. ». La proposta dei sei Comuni della Bassa Friulana rappresenterà un tassello del nuovo piano provinciale della viabilità che sostituirà l’attuale datato 2001. «Il lavoro sarà sicuramente preso in considerazione nella stesura del nuovo piano – ha precisato Marchetti – che verrà rielaborato nel corso del mandato».

facebook

Lascia un commento

704