Bearzi

Udine: programma delle attività circoscrizionali 2011

udine piazza 20
Dagli spettacoli teatrali alle mostre, dagli eventi natalizi e carnevaleschi alle iniziative dedicate all’informazione e alla conoscenza del territorio. Ma anche corsi, conferenze e incontri dedicati a grandi e piccini, senza dimenticare alcune tra le tradizionali feste dei borghi come, ad esempio, la feste delle castagne o il Natale in piazza a Paderno.
Saranno come sempre tante le iniziative e gli eventi inseriti nel programma delle sette circoscrizioni cittadine nel 2011, le cui linee guida sono state approvate oggi dalla giunta. “Il piano di attività elaborato – spiega l’assessore al Decentramento Chiara Franceschini – è stato definito in collaborazione con le associazioni che operano sul territorio attraverso una metodologia di lavoro basata sul coordinamento di tavoli tematici all’interno dei quali far emergere le esigenze dei quartieri. Il tutto insieme anche al prezioso contributo dato dai consiglieri delegati dei diversi borghi cittadini”.
A sostegno di questo programma la giunta ha stanziato a bilancio un contributo complessivo di 147 mila 500 euro. “Nei limiti delle possibilità e nonostante la stretta finanziaria di quest’anno– prosegue Franceschini – abbiamo fatto il possibile per mantenere le attività grazie anche alle tante associazioni che svolgono attività ad hoc sul territorio. Consolidiamo un approccio – prosegue – frutto di una visione policentrica della città, che valorizzi le specialità e che, allo stesso tempo, permetta di cogliere a pieno le potenzialità dei progetti condivisi sulla base di tavoli tematici ed eventi trasversali”.
Ma oltre alle attività proposte dalle varie associazioni, per le quali il COmune sta per ripartire i contributi, e alla posta già stanziata in bilancio per le circoscrizioni, nel programma approvato dalla giunta figurano anche tutte quelle iniziative per cui il Comune concederà gratuitamente le proprie sale o fornirà supporto logistico. Anche se in questi casi, dunque, non si tratta di una concessione diretta di fondi, di fatto è come se lo fosse, in quanto, concedendo gratuitamente i propri spazi, l’operazione si configura come un mancato introito nella casse di palazzo D’Aronco.
“Per valorizzare questo programma e individuare percorsi condivisi puntiamo su una forte collaborazione anche con gli assessorati alla cultura e al turismo – conclude l’assessore –. Questo programma di massima sarà comunque perfezionato grazie anche alle istanze che verranno raccolte sul territorio e presentate di volta in volta in forma di progetto alla giunta”.
Undici, in totale, le aree in cui sono stati suddivisi i progetti. Si va da “parliamo di…”, il calendario di incontri periodici e conferenze su argomenti di attualità e cultura, a “mostrArti”, dove rientrano tutte le mostre allestite nelle circoscrizioni. Spazio anche a “LudotèQua”, con tanti giochi e allestimenti della ludoteca, “Teatro e teatro di strada”, con tante rassegne e spettacoli, “Culture a 360°”, con la realizzazione di incontri, manifestazioni ed eventi per sottolineare l’identità e la tradizione dei quartieri, senza contare gli immancabili appuntamenti estivi di “CineInCittà”, quelli natalizi di “Ovunque(è)Natale” e quelli dedicati agli sportivi con i corsi di nuoto e di attività motoria.

Sette opere dei Civici Musei in mostra in tre esposizioni in Italia. Prosegue la collaborazione tra i Civici Musei di Udine e le principali istituzioni museali italiane e non solo. Per l’allestimento di tre esposizioni, infatti, il Comune di Udine presterà in totale 7 opere (6 dipinti e un gesso) per tre mostre che stanno per aprire i battenti rispettivamente al Vittoriano di Roma, al Museo nazionale di Villa Pisani a Stra (Venezia) e al Palazzo della Regione di Padova.
Nello specifico, “Angelica” di Afro Basaldella (valore assicurato 300 mila euro) sarà visitabile dal 27 marzo al 3 luglio al Complesso del Vittoriano per la mostra “Regioni e Testimonianze d’Italia. Percorso dell’Arte in Italia attraverso le sue Regioni”. Cinque dipinti, “L’angolo del lago” di Zaccaria Dal Bò, “Chiesa della Santissima sul Livenza” di Ferruccio Scattola, “Trieste di notte (Notte d’aprile)” di Glauco Cambon, “Ora d’oro” di Ugo Flumiani, “Barcaiolo in laguna” di Ettore Tito (valore assicurato complessivamente 250 mila euro) faranno bella mostra di sé dal 27 maggio al 30 ottobre al Museo nazionale di Villa Pisani a Stra (Venezia) nell’esposizione “Paesaggi d’acqua. Luci e riflessi nella pittura veneziana dell’Ottocento”. Il monumento in gesso patinato di bronzo “Bozzetto del monumento a Giuseppe Garibaldi di Udine” di Guglielmo Michieli (valore assicurato 50 mila euro) sarà invece esposto dal 15 aprile al 26 giugno al Palazzo della Regione di Padova per la mostra “Scolpire gli Eroi. La scultura al servizio della memoria”.

Simulazione della Protezione civile. Tre edifici scolastici saranno evacuati e tutti i bambini, dagli 8 ai 12 anni, insieme con le loro famiglie pernotteranno in una tendopoli allestita al parco Foni. Non si tratta di un reale allarme, ma di “Sicurudine 2011” il progetto che la Protezione Civile di Udine, in collaborazione con la sede regionale di Palmanova, organizzerà tra il 14 e il 15 maggio in una dimostrazione-simulazione per coinvolgere nella formazione gli studenti delle scuole i loro familiari in caso di emergenza. La manifestazione permetterà anche ai volontari di svolgere un’attività di addestramento, attraverso la gestione di un campo di prima accoglienza, nonché un importante momento di verifica dell’operatività del gruppo dei volontari comunali, qualora impegnati nell’attuazione del Piano di emergenza comunale.
Per quelle giornate, quindi, verranno montate 15 tende della Protezione civile al parco Foni, e il campo verrà fornito di allacciamenti idrici. Prevista anche l’istituzione di uno speciale scuolabus per il trasporto dei bambini e la preparazione di un pranzo al sacco, una cena in tenda per la notte del 14 e la colazione del 15.

facebook

Lascia un commento

554