Udine

Udinese: a Brescia con Sanchez dietro le punte

sanchezDopo tre partite in panca sembra che per Sanchez stia per suonare la campanellina della ricreazione. Potrebbe essere lui infatti il nuovo trequartista per la trasferta di Brescia alla ricerca di importanti punti per uscire dall’ultimo posto in classifica.Dopo averlo istruito nelle ultime due settimane quindi Alexis Sanchez potrebbe essere schierato da trequartista, come peraltro ipotizzato dal mister nelle prime battute del ritiro, con il sacrificio di uno dei centrocampisti centrali e l’abbassamento di Pinzi. Un ruolo tutto nuovo per il Nino, almeno in  Italia, che dovrebb esaltare le doti di suggerimento del cileno anche se Guidolin ha parlato di un Sanchez che può creare superiorità numerica potendo così suggerire facilmente per le punte anziche cercare colpi ad’effetto a superare le difese avversarie.

Andando con ordine in difesa sarà riconfermato il trio Benatia, Coda, Zapata con quest’ultimo chiamato anche  a una grossa prova di carattere dopo che in molti hanno invocato una sua maggiore leadership in campo. Piccola rivoluzione a centrocampo con Isla a destra  probabilmente Pinzi e Inler centrali , ballotaggio Armero/Pasquale a sinistra con Sanchez appunto dietro le punte che dovrebbero essere Di Natale e Floro Flores con l’ombra di Denis che incombe su quest’ultimo.

L’inserimento di Sanchez dietro le punte causerà l’arrteramento di Pinzi con il probabile sacrificio di Asamoah ultimo rientrato dalle trasferte con le nazionali e apparso un po’ in ombra nelle ultime uscite in bianconero. Più difficile l’ipotesi che vede Inler in panchina perchè lo svizzero, pur reduce da due partite con la nazionale elvetica, è l’unico giocatore dell’Udinese che si fa ben valere sul gioco aereo e quello di maggior peso a centrocampo. A sinstra ballottaggio fra Armero, anche lui rientrato dalla nazionale e Pasquale che dopo la sciagura con la Juventus non ha più visto il campo ma che potrebbe godere di una nuova opportunità. Sanchez come si diceva dietro le punte con Di Natale e Floro davanti. Almeno all’inizio. Appaiono in netta ascesa le quotazioni di Denis che partirà probabilmente dalla panchina ma che con ogni probabilità sarà utilizzato nel corso della partita.

Il Brescia schierato col 4312 dovrà rinunciare allo squalificato Diamanti e schiererà Kone dietro el due punte Caracciolo ed Eder. Rientra in difesa Zebina che viene utilizzato come uno dei due centrali. davanti occhio alla velocità di Eder e alle capacità acrobatiche di Caracciolo

Chiave tattica della partita potrebbe essere la lettura del match da parte dei due trequartisti. Il richiamo all’opportunità di sanchez di saltare l’uomo potrebbe essere davvero la chiave tattica del match. L’importante è che il cileno si muova nei sistemi giusti per ricevere palla in movimento e fronte alla porta. Una volta che il Nino si trova fronte a un uomo in movimento il fallo è la cosa più probabile per tentare di fermarlo. L’Udinese in più dovrebbe avere la possibile spinta sulle fasce se servite coi tempi giusti.

facebook
487