PopSockets

Udinese:Chievo 2-1. Guidolin: non fermiamoci

udinese-arta-3
Non vuole porre limiti ai suoi ragazzi Francesco Guidolin. Una volta arrivati a 40 punti, peraltro molto vicini,  i bianconeri guarderanno ad altri lidi, non  sottovalutando nessun impegno in nessuna competizione. Giovedì arriva il Celtic per continuare l’avventura europea, ma per il momento si gode del successo in campionato. Le prime parole a caldo pronunciate dal mister friulano dopo la partita:

Ho dei ragazzi stupendi, eccezionali. Il Chievo ha fatto bene, ma nel secondo tempo abbiamo cambiato il ritmo alla partita e siamo andati a  vincere.

Giochiamo un calcio molto muscolare, con triangolazioni veloci. Abbiamo una consapevolezza incredibile. Ora al gruppo si sono aggiunti altri giocatori come Ekstrand, Abdì, che ha fatto venti minuti in modo perfetto e Badu.

Se riusciremo a passare il guado del dentro o fuori di giovedì sarà ancora meglio, l’inerzia migliorerà ancora.

fisicità, velocità attenzione, speriamo di continuare. ci vorrebbe già adesso lo stadio nuovo, dovrebbe essere pronto adesso. non so quante volte ci capiyterà di esere primi in classifica a lottare per i primi posti.

Tutti mi avevavno anticipato che Basta era forte, ma adesso che ce l’ho posso dire anch’io che è un ottimo acquisto.

Basta e Isla a centrocampo rappresentano un tandem ben assortito. Mauricio deve ancora esprimere il meglio, e ce la farà se  continuerà a dimostrare di voler crescere ancora. Sono però anche contento della fascia sinistra, che oggi ha disputato una partita eccezionale.

I ragazzi, con uno staff e delle strutture all’avanguardia, sono ben preparati. Merito anche loro però, perchè ho sempre detto che non ho mai dovuto riprendere nessuno in allenamento.

Totò di testa è fortissimo, perchè i fuoriclasse lo sono in tutto, in tutti i fondamentali.

Se Armero riesce a essere più preciso diventa un numero uno a livello assoluto. Non è facile essere lucidi correndo così tanto.Penso comunque che abbia pochi rivali, a livello assoluto, non solo di campionato italiano.

Una volta a quota 40 cambieremo obbiettivo, ma cercheremo di tenere sotto controllo tutto, campionato e coppe.

Il Celtic mi preoccupa principalmente per l’esperienza superiore rispetto a noi. Faremo del nosto meglio.

Vedendo Sanchez segnare al Bernabeu mi è scappato un moto d’esultanza. Alexis è un ragazzo che merita tutto quello che ha, per generosità, umiltà e semplicità. Mi farebbe tanto piacere se diventasse, come dice lui, il giocatore più forte del mondo.

Fastidiouscat: il gatto indovino continua ad azzeccare i risultati dell’Udinese

facebook

Lascia un commento

387