Bearzi

Verità per Giulio Regeni: Udine Art Mob sabato 24 settembre

mob-regeni

“Verità per Giulio Regeni – Udine Art Mob”, è una mobilitazione del mondo dell’arte, nel nome di Giulio Regeni, per tenere alta l’attenzione su quanto è accaduto al ricercatore friulano, dimostrare vicinanza e affetto alla famiglia, chiedere ancora e sempre, a gran voce, verità e giustizia. Sabato 24 settembre, dalle 19:00 alle 24:00, a Udine, in Piazza della Libertà (Loggia di San Giovanni e, in caso di pioggia, Loggia del Lionello – ingresso libero), musicisti e attori si alterneranno sulla scena, intervallati da momenti di riflessione, letture di poesie, voci narranti, interventi delle istituzioni e delle associazioni partecipanti all’iniziativa, presentati dal giornalista udinese Andrea Ioime.

Il comitato organizzatore ha deciso di sottotitolare l’evento “Art Mob” per rendere al meglio il senso dell’iniziativa: mob, in inglese, significa gente, mentre in italiano mob sta per MOBilitazione. Il popolo dell’arte e della cultura, dunque, si mobilita assieme al suo pubblico e alle istituzioni, per portare il proprio contributo affinché si continui a cercare la verità per Giulio!

Le adesioni all’evento udinese sono in continuo aggiornamento. Una quindicina di gruppi musicali ha già confermato la propria partecipazione a Udine Art Mob; tra di essi, gli emergenti Cinque uomini sulla cassa del morto, i Zen Zone 4et, il free-styler DJ Tubet, le cantanti Serena Finatti e Denise Dantas. Tra i gruppi teatrali e gli attori, citiamo la Compagnia Airali e l’attrice e drammaturga Marta Cuscunà, che sta girando l’Europa con il suo più recente spettacolo “Sorry_Boys”. Non mancheranno i poeti e i pittori, come Mauro Cian, valente artista goriziano e tanti amici e compagni di scuola di Giulio. Anche i ragazzi del Governo dei Giovani di Fiumicello, di cui Giulio Regeni fece parte per quattro anni, dapprima come consigliere e successivamente come sindaco, porteranno il loro affettuoso contributo. Stanno inoltre giungendo messaggi di vicinanza e di sostegno all’iniziativa da parte di alcuni celebri personaggi della musica e dell’arte, di fama nazionale.

Tutti gli artisti coinvolti si esibiscono gratuitamente, con l’obiettivo di espandere la rete solidale attraverso una racolta fondi: nel corso della serata, sarà infatti possibile devolvere un’offerta libera presso un apposito banchetto.
I fondi raccolti saranno versati sul conto corrente aperto dai genitori di Giulio, su richiesta di amici e persone a loro solidali, presso la Banca Etica. Sarà attivata anche una raccolta di firme, per un appello alle istituzioni.

L’evento è organizzato dall’Associazione di promozione sociale Maman, con il patrocinio dei Comuni di Udine e Fiumicello (ma altri Comuni ed enti si stanno via via aggiungendo), il sostegno del CRELP – Coordinamento Regionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani – l’adesione di Amnesty International Italia e di diverse realtà che operano sul territorio, nel campo del sociale e della cultura, coordinate dall’Associazione Corima.

facebook
950